Lo Stato vuole fare cassa: dall'Umbria in vendita carceri storici, castelli e borghi antichi

Il nuovo sito internet Investinitalyrealestate.com è un portale dedicato alla presentazione di offerte di investimento in immobili pubblici, di società partecipate pubbliche o partecipate pubblico-privato.

Due castelli, una grande area commerciale, borghi medievali e due antichi ed enormi carceri al centro di Perugia. Sono questi i beni dello Stato che si cerca di piazzare ad investitori stranieri in cerca di ottimi affari in Italia. Il tutto tramite il nuovo sito internet Investinitalyrealestate.com; un portale dedicato alla presentazione di offerte di investimento in immobili pubblici, di società partecipate pubbliche o partecipate pubblico-privato.

Il progetto è realizzato nel quadro delle iniziative previste dal decreto “Sblocca Italia”, finalizzate a favorire le opportunità di investimento in Italia, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in coordinamento con il Ministero dello Sviluppo Economico, attraverso l’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, in collaborazione con il Dipartimento del Tesoro, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, e con l’Agenzia del Demanio.

E’ uno strumento virtuale attraverso cui poter favorire, in forma semplice e trasparente, l’interazione tra la domanda di investimenti professionali e le opportunità di investimento immobiliare qualificate che sono state selezionate nel patrimonio pubblico italiano tra le più rilevanti in termini di localizzazione, tipologia e dimensione.

ECCO GLI AFFARI UMBRI

CASTELLO DI MONTENERO DI TODI - Il complesso denominato “Castello di Montenero” comprende un insieme di beni di elevato valore storico e paesaggistico, costituito da un nucleo centrale – il Castello, di circa 2.000 mq. – e da alcune unità abitative che costituiscono parte del borgo medievale, oltre che da un antico granaio strutturato su un piano interrato di circa 350 mq. (utilizzato come cantina) e su due piani soprastanti, ognuno dei quali di circa mq. 500. 

Il terreno circostante con destinazione d’uso di tipo agricolo si estende in totale per circa 1.300 ettari. Di questi, oltre 30 ettari sono ad uso esclusivo del Castello, altri 34 ettari, che insistono su un’area situata intorno alla struttura principale, potrebbero essere utilizzabili, anche con gli annessi e le cubature in essi presenti, nell’ottica di un progetto imprenditoriale complessivo.

Il Castello di Montenero, risalente al XV secolo, è uno dei tanti castelli medioevali diffusi nel territorio comunale, si tratta diuno tra i più suggestivi e meglio conservati dell’intero territorio. Presenta una struttura intatta nelle sue linee ed è sito al termine di un viale alberato al centro di un’ampia corte. Nel 1618 passando alla proprietà dei Cortesi Accursi, fu ristrutturato con trasformazioni varie e con corpi aggiunti ancora ben visibili. Attorno al castello rimane quasi intatta la corte medievale e la chiesetta di S. Antonio.

AREA COMMERCIALE DI TERNI - Le aree di intervento e valorizzazione sono localizzate nella zona sud della stazione ferroviaria, lungo l’asse viario di Via Tito Nobili. La variante urbanistica già approvata, autorizza la realizzazione di 8.300 m² di SLP con le seguenti destinazioni d’uso: commerciale (4.100 m²), direzionale (1.200 m²) e residenziale (3.000 m²) oltre alla possibilità di realizzare un’autorimessa interrata in una zona limitrofa al centro cittadino; è prevista inoltre la realizzazione di un ponte di collegamento pedonale tra la zona a nord e sud della stazione ferroviaria. Rimangono inoltre a disposizione altre aree per una superficie territoriale pari a 45.400 m², per una possibile ulteriore valorizzazione.

CARCERE DI PERUGIA FEMMINILE - Complesso immobiliare edificato a partire dal 1500, adibito a carcere femminile fino al 2005, ubicato nel centro storico di Perugia, città d'arte tra le più visitate dell'Umbria. L'immobile, per la sua ubicazione, ben si presta ad essere trasformato in struttura ricettiva o in complesso residenziale. L’immobile, localizzato tra Via Torcoletti, Via del Parione e Via Cantamerlo e Via del Giardino, sviluppa una superficie complessiva di 10.862 m². 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CARCERE MASCHILE DI PERUGIA - Complesso immobiliare edificato nella seconda metà del'800, adibito a carcere maschile, ubicato nel centro storico di Perugia, città d'arte tra le più visitate dell'Umbria. L'immobile, per la sua ubicazione, ben si presta ad essere trasformato in struttura ricettiva o in complesso residenziale. L’edificio, concepito secondo il modello tipico delle strutture di reclusione, si sviluppa su di un corpo centrale, con pianta a quattro bracci distribuito su 5 livelli fuori terra, 2 piani ammezzati ed un seminterrato, oltre due corpi di fabbrica prospicienti l’edificio centrale ed a questo collegati. Sono presenti inoltre, nella parte adiacente l’ingresso, corpi di fabbrica meno elevati che ospitavano i servizi e l’amministrazione. Il perimetro del compendio è ricompreso tra Via di Parione, Piazza dei partigiani e Via F. di Lorenzo. La superficie complessiva del compendio è pari a 10.565 m².
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento