Azienda svaligiata, ladro incastrato dalle tracce di sangue: ex collaboratore nei guai

Il colpo era stato messo a segno qualche settimana fa in un'azienda di Bastia. Ladro denunciato: è un italiano di 37 anni con cui in passato la ditta aveva collaborato

Azienda di Bastia svaligiata e una denuncia per furto aggravato a carico di un ex collaboratore di cui in passato la stessa ditta si era avvalsa. Il furto e’ stato messo a segno verso la fine di aprile: qui, dopo aver tagliato la rete elettrosaldata, erano stati rubati un autocarro – usato per la fuga e per il trasporto del materiale – un trapano, un martello pneumatico, un avvitatore, una sega e una livella laser.

Un bottino ingente, quello prelevato all’azienda: dalle indagini della polizia è emerso come l’autore del furto avesse lasciato tracce di sangue dopo essersi tagliato per forzare la rete, inoltre le immagini di videosorveglianza, utili a ricostruire la dinamica, avevano immortalato l’uomo che si tamponava la ferita a una mano con una sciarpa e, successivamente, mentre scappava a bordo dell’autocarro.

Dalle indagini di polizia, i sospetti sono ricaduti su un ex collaboratore dell’azienda; alla fine rintracciato presso l’abitazione della madre. Si tratta di un italiano di 37 anni; nell’appartamento gli agenti hanno ritrovato i vestiti che indossava durante il furto e sporchi di sangue, mentre nel garage sono stati recuperati gli attrezzi usati per intrufolarsi nell’azienda (anche questi con tracce ematiche) e tutta la refurtiva. Per lui è scattata una denuncia a piede libero per furto aggravato mentre l’autocarro dell’azienda è stato recuperato a Madonna di Campagna, anche qui con numerose tracce di sangue repertare dalla polizia Scientifica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento