Ferro di Cavallo, a 16 anni costretta a vendersi per 30 euro: baby prostituta da strada

La Volante ha tolto dal mercato del sesso perugino una giovanissima che è stata individuata sulla strada Trasimeno Ovest. Si sospetta che ci siano altre minorenni costrette dai mercanti di schiavi a prostituirsi a Perugia

Hanno 16 anni, vengono dalla Romania e per 30 euro a prestazione sono costrette a vendersi sulle strade perugine, sotto lo sguardo vigile dei trafficanti di essere umani. Ancora una volta la Polizia ha individuato e tolto dal mercato del sesso una minorenne che "lavorava" lungo la Trasimeno Ovest fino alla sera del 10 giugno scorso.

Ma potrebbe esserci un'altra ragazza costretta nelle sue medesime condizioni: infatti nella sua borsa, senza un motivo valido, c'era la carta d'identità di una sua amica romena che probabilmente si prostituisce anche lei. Le indagini sono ancora in corso. La baby prostituta è stata affidata ai servizi sociale per portarla in una casa protetta lontana dai suoi squallidi padroni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Coronavirus, c'è chi vuole chiudere le scuole e le università. Conte blocca tutto: "Decidiamo noi a breve"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento