Anche Assisi avrà il suo Controllo del Vicinato: crescono i cittadini sentinella contro criminali e degrado

Anche Assisi potrà contare sul proprio “Controllo di Vicinato” grazie al protocollo d’intesa firmato questa mattina e che vede uniti, con l’obiettivo comune di una città più sicura, sia istituzioni e forze dell’ordine, che i cittadini

Anche Assisi potrà contare sul proprio “Controllo di Vicinato” grazie al protocollo d’intesa firmato questa mattina e che vede uniti, con l’obiettivo comune di una città più sicura, sia istituzioni e forze dell’ordine, che i cittadini. Salgono così ad 11 i Comuni della Provincia che hanno già aderito a questo innovativo Protocollo: e così dopo Perugia, Foligno, Umbertide, Deruta, Castel Ritaldi, Spello, Trevi, Bevagna,  Cannara  e Gualdo Cattaneo, ora si aggiunge anche la città serafica.

Il documento si pone nel quadro delle iniziative per la sicurezza integrata e partecipata promosse dalla Prefettura in sinergia con le Istituzioni del territorio, al fine di assicurare sempre più elevati livelli di sicurezza, anche attraverso forme di coinvolgimento dei cittadini. Grazie all’adozione da parte del Comune di un apposito Progetto di vicinato, i cittadini stessi potranno prendere parte alle attività di controllo previste.

Si tratta dunque di linee guida per la collaborazione tra residenti, amministratori locali e forze dell’ordine per favorire l’impegno dei cittadini che potranno così contribuire alla prevenzione di fenomeni di illegalità. Oltre alle sicurezza, il protocollo attiverà i cittadini sul controllo dell’ambiente e il decoro urbano,  garantendo, allo stesso tempo, una più efficace segnalazione alle forze dell’ordine dei comportamenti illegali.

Il Protocollo d’intesa è stato firmato questa mattina a Perugia dal prefetto Claudio Sgaraglia e dal sindaco di Assisi, Stefania Proietti, alla presenza del questore di Perugia, Giuseppe Bisogno, del Comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Giovanni Fabi, del comandante provinciale della Guardia di finanza, colonnello Danilo Cardone, del vicesindaco di Assisi, Valter Stoppini, e del comandante della polizia municipale di Assisi, Antonio Gentili.

Il progetto sarà elaborato dal Comune di Assisi con il proprio corpo di polizia locale e , tra i punti in cui si impegnano i cittadini, ci sarà anche l’auto-organizzazione tra residenti per vigilare sugli spazi pubblici e privati  esercitando così un’azione deterrente nei confronti dei comportamenti illegali;  il segnalare vulnerabilità ambientali o comportamenti sospetti e far crescere il senso civico indispensabile per contrastare la criminalità, diffondendo l’idea che ogni atto criminale debba essere seguito da regolare denuncia.

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Tutto quello che non sapete sulle piante grasse e i benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Tragedia all'alba, donna di 46 anni muore sotto al treno: indagini in corso

  • Elicottero in volo a bassa quota in Umbria, così Enel controlla le linee elettriche

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

Torna su
PerugiaToday è in caricamento