Sicurezza, controlli nell'assisano: un arresto e 4 denunce

Continuano i controlli del territorio messi in atto dai Carabinieri di Assisi che provano a tenere alta la pressione sulla delinquenza comune, facendo avvertire tangibilmente la presenza dell'Arma sul territorio

Proprio nel corso di questi controlli per la sicurezza, un italiano è stato tratto in arresto mentre sono scattate varie denunce per furto e ricettazione.

Nella prima attività i Carabinieri del NORM hanno tratto in arresto un 48enne residente ad Assisi, sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, misura particolarmente afflittiva emessa dalla magistratura nei confronti di soggetti ritenuti particolarmente pericolosi: ma questo non gli ha impedito di violare le prescrizioni della misura di prevenzione.

Infatti una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile nel corso della nottata ha effettuato un controllo a casa sua verificandone l’assenza, sebbene avesse l’obbligo di rimanere nell’abitazione. I militari quindi hanno deciso di appostarsi ed attendere il rientro del soggetto. Una volta rintracciato l’uomo è stato arrestato per aver violato la sorveglianza speciale. Giudicato con rito direttissimo, dopo la convalida è stato sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione del magistrato.

A Bastia Umbra invece i militari della locale Stazione hanno denunciato per furto e ricettazione una donna greca 40enne in quanto dopo una perquisizione domiciliare è stata trovata in possesso di varie borse di marca del valore complessivo di 1.000 euro, risultate rubate in alcuni negozi della zona: la tecnica usata dalla donna, come ricostruito dai militari, era tale che riusciva ad eliminare il dispositivo antitaccheggio per poter uscire indenne dai negozi.

In altra attività a Torgiano, i Carabinieri della Stazione hanno denunciato per ricettazione tre stranieri di origini filippine, poco più che 20 enni, trovati in possesso di un computer rubato. Durante un controllo stradale nel cofano dell’auto a bordo della quale viaggiavano i tre è stato trovato un computer. Ma visto l’atteggiamento nervoso dei tre, i Carabinieri li hanno portati in caserma e dopo gli accertamenti è emerso che il computer non era loro ed invece era stato rubato a marzo nel centro abitato di Torgiano.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

Torna su
PerugiaToday è in caricamento