Ruba un marsupio, poi minaccia due operai con la siringa sporca di sangue: 35enne arrestato

Disposta la custodia in carcere in sede di udienza di convalida. L'uomo avrebbe minacciato due operai con una siringa, dicendo "di avere l'Aids e di stare attenti"

Disposta la custodia cauletare in carcere per un 35enne di origini tunisine, accusato di rapina impropria aggravata dall'uso di un arma, in particolare di una siringa sporca di sangue. E' quanto stabilito dal giudice dell'udienza preliminare Carla Giangamboni, che in sede di interrogatorio ha convalidato l'arresto all'indagato. Siamo al 26 ottobre, intorno alle 12.20, quando una pattuglia del Norm dei carabinieri di Assisi, già inviata per un furto in abitazione, riceve la segnalazione relativa a un intervento nei pressi di via Aldo Moro.

Giunti sul posto i militari  notano subito la presenza del 35enne, seduto su un muretto a poca distanza da due uomini che lo avevano rincorso e e fermato, dopo che quest'ultimo aveva sottratto a uno dei due un marsupio contenente denaro, documenti e altri effetti personali. Il marsupio era stato rubato all'interno del furgone dei due operai mentre si accingevano ad iniziare dei lavori di riparazione di una tubatura.

I due operai, dopo averlo inseguito, sarebbero però stati minacciati dal ladro con una siringa puntata contro, sporca di sangue e senza tappino di protezione, "dicendo che aveva l'Aids e che dovevano stare attenti". La siringa è stata poi ritrovata sotto una pianta di rosa di un giardino di proprietà, dove lo straniero aveva cercato di rifugiarsi durante la fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante l'udienza di convalida dinanzi al gip, l'uomo - difeso dall'avvocato Vincenzo Bochicchio del foro di Perugia - ha spiegato di aver tirato fuori la siringa "solo per difendersi". Il 35enne risulta avere a suo carico ben 17 procedimenti penali dall'inizio del 2016, tra questi, ben tre attengono a furti commessi dal 27 settembre 2017 alla data dell'arresto. L'uomo resta in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento