Assisi, finto pacco bomba: i carabinieri arrestano il responsabile

I Carabinieri di Assisi hanno arrestato l'uomo che era accusato di aver depositato un finto pacco bomba davanti la Sala Stampa della Basilica di San Francesco

I carabinieri della Compagnia di Assisi hanno arrestato l’uomo che era accusato di aver depositato un finto pacco bomba davanti la Sala Stampa della Basilica di San Francesco.

Il giovane, uno studente di ingegneria residente in Austria, dopo la denuncia per procurato allarme ed interruzione di pubblico servizio, era tornato libero ma gli uomini dell’Arma, con servizi svolti in abiti civili, lo avevano seguito per evitare che potesse mettere in atto ulteriori comportamenti delittuosi.

I carabinieri lo hanno osservato con discrezione per numerose ore fino a quando lo stesso, ieri mattina, si è portato nuovamente nel piazzale antistante la Basilica di San Francesco arrecando disturbo ai pellegrini che stavano affollando la piazza a poche ore dall’arrivo del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

I militari hanno pertanto deciso di intervenire per sottoporlo al divieto di ritorno nel comune di Assisi. Portato in caserma il giovane, pronunciando frasi deliranti, ha aggredito due carabinieri e danneggiato alcuni ornamenti presenti nel piazzale del nuovo stabile della Compagnia Carabinieri. Vista la situazione l’uomo è stato tratto in arresto per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento