Gubbio, 50enne picchia la madre: voleva soldi per gioco d'azzardo

Un uomo di 50 anni è stato arrestato dai carabinieri a Gubbio per maltrattamenti nei confronti della madre per colpa della dipendenza dal gioco d'azzardo

Un 50enne è finito in manette grazie ai carabinieri a Gubbio con l'accusa di maltrattamenti nei confronti della madre che veniva picchiata per via della dipendenza dell'uomo al gioco d'azzardo.

C.M. chiedeva continuamente soldi alla madre, per poter alimentare la sua voglia di giocare e non esitava ad alzare le mani sull'anziana donna al minimo cenno di rifiuto.

Qualche giorno fa l'uomo le ha chiesto altro denaro con il pretesto di voler comprare un maglione. Di fronte all'ennesimo no della donna, l'operaio ha cominciato a picchiarla in pieno volto.

La donna ha chiamato i sanitari del 118 che ha trasportato la signora al pronto soccorso, dove le sono state riscontrate alcune lesioni al viso, mentre l'uomo è stato arrestato con l'accusa di tentata estorsione e violenza familiare.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento