Per sfuggire alla cattura si nasconde nelle campagne, ma la fuga dura poco: 36enne spedito in carcere

Gli agenti lo hanno ritrovato in possesso di due utensili "rompivetro". A suo carico era stato emesso anche un provvedimento di custodia cautelare in carcere

Lo hanno rintracciato mentre si aggirava nelle campagne di San Giustino, in Altotevere. E così gli agenti del Commissariato di Città di Castello lo hanno trovato e bloccato. L'uomo, un 36enne di origini ucraine con vari precedenti - tra cui furto, falso e violazione della normativa sull'immigrazione - alla vista dei poliziotti ha tentato di scappare mettendosi a correre in direzione del bosco e, una volta oltrepassato il greto di un corso d’acqua, ha tentato di nascondersi nella vegetazione.

Ma il fuggitivo, una volta fermato e perquisito, è stato trovato possesso di due utensili “rompivetro”. Privo di documenti, è stato accompagnato negli uffici del Commissariato per identificazione. Dalle verifiche a suo carico sono emersi tutti i precedenti a carico dell'uomo. In corrispondenza di uno dei nomitativi forniti dal 36enne nel corso del tempo, è risultato pendete anche un provvedimento di applicazione della misura cautelare di custodia in carcere emesso dal Gip del tribunale di Forlì. 

L’aggravamento era stato disposto dopo che l’uomo, ristretto ai domiciliari, era evaso facendo perdere le proprie tracce. Tratto in arresto e portato al carcere di Capanne, il 36enne è stato denunciato a piede libero per possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Frontale tra due autovetture, feriti una mamma e i figli

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento