Maxi arresto di anarchici a Torino, perquisizioni anche in Umbria

Gli arresti sono stati condotti nell'ambito dell'operazione "Scripta Manent", perquisite anche abitazioni in Umbria

Sono sette in tutto gli anarchici finiti in manette dopo una maxi operazione della polizia contro la Fai (Federazione Anarchica Informale) con base a Torino. Gli arresti sono avvenuti nell’ambito dell’operazione della polizia denominata Scripta Manent, con il contributo delle digos di Pescara, Roma e Viterbo.

Nonostante la base operativa degli anarchici avesse sede a Torino, sono state condotte perquisizioni in tutta Italia, in oltre trenta abitazioni dislocate in Piemonte, in Emilia Romagna, in Campania, in Umbria e in Sardegna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

Torna su
PerugiaToday è in caricamento