Blitz a Fontivegge: stanata la banda della droga "low-cost": solo venti euro a dose

Continua il contrasto e la lotta allo spaccio nelle zone calde di Perugia; la squadra Mobile, diretta da Marco Chiacchiera, ha portato all'arresto di altri cinque pusher di origini nigeriane che spacciavano marijuana, hashish ed eroina

Continua il contrasto e la lotta allo spaccio nelle zone calde di Perugia; la squadra Mobile, diretta da Marco Chiacchiera, ha portato all'arresto di altri cinque pusher di origini nigeriane che spacciavano marijuana, hashish ed eroina a Fontivegge e instaurando con i clienti una sorta di "fidelizzazione" per assicurarsi così i propri consumatori abituali. 

L'eroina venìva infatti venduta a prezzi "stracciati" per il mercato, una dose poteva costare anche venti euro (invece che 40-50 euro), ma era di scarsissima qualità. Per tutti e cinque è scattata la convalida d'arresto; uno di loro è stato rintracciato a Taranto. I pusher non erano "tecnicamente" clandestini sul nostro territorio, in quanto aspettavano il riconoscimento dello status da profugo o da rifugiato, "ma lo spacciatore rimane tale a prescindere dalla sua posizione- ha voluto sottolineare il Questore e dobbiamo evitare che le piazze diventino supermarket delle droghe". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento