Arbitro assediato nello spogliatoio e minacciato, liberato grazie all'intervento della Polizia

Finale di partita agitato a Schiavo, con i dirigenti del Todi che avevano da ridire qualcosa al direttore di gara. Poi gli animi si sono calmati e tutto è rientrato

“Presto correte, mi stanno minacciando, sono chiuso dentro e non posso uscire”.

È la telefonata raccolta dalla centrale della Polizia di Stato fatta da un arbitro costretto a rifugiarsi nello spogliatoio al termine della partita Schiavo-Todi.

Gli agenti della Polizia si sono recati al campo sportivo di Schiavo su segnalazione dell’arbitro che a fine partita è stato costretto a rifugiarsi nello spogliatoio dopo che i dirigenti della squadra ospite, cioè del Todi, lo avrebbero minacciato verbalmente.

Assediato nello spogliatoio l’arbitro ha chiesto l’intervento della Polizia per essere liberato dall’assedio e poter tornare a casa.

La società del Todi minimizza la cosa, affermando che l'arbitro è uscito dallo spogliatoio tranquillamente e che nessuno lo ha minacciato, ma solo contestato le sue capacità di dirigere una gara.

Un’altra tranquilla domenica sui campi di calcio della provincia perugina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pasquetta, allerta meteo della Protezione Civile: le previsioni

  • Cronaca

    Rapina alla sala scommesse di Città di Castello: bandito armato fa irruzione

  • Cronaca

    LA SEGNALAZIONE Paura a Palazzo Sorbello in centro, intervenuti i caschi rossi arginato principio di incendio

  • Politica

    Inchiesta Sanità in Umbria, Monteluce. Imbrattata con una scritta offensiva la vetrina della sezione Pd di via Eugubina

I più letti della settimana

  • Tragedia lungo la strada a Perugia, Stefano muore a 43 anni: lascia tre figli

  • Tragico schianto con la moto, ospedale di Perugia in lutto per la morte di Stefano

  • Marsciano, schianto tra una moto e un'auto: centauro in codice rosso

  • Sanità, si allarga il numero degli indagati nella maxi inchiesta dell'Umbria

  • Inchiesta sanità - Maxi sequestro di cellulari e profili social e spuntano cinque nuovi indagati: i nomi

  • Sanità, le intercettazioni. Marini: "Ce l'hai tutte? Ha da fa la selezione...". Duca "Qui ce so le domande"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento