Maxi arresto di anarchici a Torino, perquisita abitazione di un perugino

Gli arresti sono stati condotti nell'ambito dell'operazione "Scripta Manent", perquisite abitazioni anche a Perugia ed Orvieto

Perquisizioni in Umbria, all’alba di martedì 6 settembre, nell’ambito dell’operazione della digos “Scripta Manent” che ha portato all’arresto di sette persone legate al Fai-federazione anarchica informale con base a Torino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La digos di Perugia e Terni, ha perquisito due abitazioni; una nel capoluogo e l’altra ad Orvieto, appartenenti ad un giovane perugino- presumibilmente legato agli ambienti anarchici del Fai- ed al padre, completamente estraneo ai fatti. Al giovane sono stati sequestrati computer e materiale cartaceo, ora al vaglio degli inquirenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento