Maxi arresto di anarchici a Torino, perquisita abitazione di un perugino

Gli arresti sono stati condotti nell'ambito dell'operazione "Scripta Manent", perquisite abitazioni anche a Perugia ed Orvieto

Perquisizioni in Umbria, all’alba di martedì 6 settembre, nell’ambito dell’operazione della digos “Scripta Manent” che ha portato all’arresto di sette persone legate al Fai-federazione anarchica informale con base a Torino.

La digos di Perugia e Terni, ha perquisito due abitazioni; una nel capoluogo e l’altra ad Orvieto, appartenenti ad un giovane perugino- presumibilmente legato agli ambienti anarchici del Fai- ed al padre, completamente estraneo ai fatti. Al giovane sono stati sequestrati computer e materiale cartaceo, ora al vaglio degli inquirenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento