Gubbio, il Papa firma il registro dell'Albero di Natale più grande del mondo

Papa Benedetto XVI lo scorso 7 dicembre ha acceso l'albero di Natale di Gubbio, l'impianto luminoso più grande del mondo. Oggi ha firmato il registro che raccoglie i nomi di coloro che negli anni lo hanno acceso

Dopo avere acceso, dal suo appartamento in Vaticano, grazie ad un sofisticato sistema tecnologico, l'Albero di Natale più grande del mondo, papa Benedetto XVI ha apposto la sua firma nel registro che raccoglie i nomi di tutti coloro che ne hanno acceso le luci nel corso degli anni.

La Segreteria di Stato del Vaticano, nei giorni scorsi, ha anche inviato "un caloroso ringraziamento" per l'opera in ceramica di Giampietro Rampini che il comitato dei volontari che dal 1981 realizza la singolare creazione luminosa sul monte Ingino, a Gubbio ha donato al papa in occasione dell'accensione.

Nell'arco di un mese esatto dalla cerimonia di accensione del 7 dicembre scorso, la notizia e le immagini dell'abete hanno fatto il giro del mondo. Molta anche la curiosità intorno al sistema tecnologico di accensione, realizzato grazie a un apparecchio Sony, modello Tablet-S con sistema operativo Android, che - ha spiegato il comitato Albero di Natale piu'' grande mondo - attraverso la rete Internet si è interfacciato con un web server BTicino, modello F453, collegato al quadro che fornisce corrente elettrica all''impianto. L'Albero verra' spento il 10 gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento