Aggressione in Via Pellas, feriti fratello e sorella: un arresto

Aggredisce e ferisce con un coltello da cucina fratello e sorella di origini tunisine. La donna di origini francesi è stata arrestata per lesioni personali aggravate

Per motivi ancora in corso di accertamento, verso le ore 7.00 di domenica mattina, una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile – Aliquota Radiomobile, è intervenuta presso un’abitazione in Via Pellas, poiché due cittadini tunisini, fratello e sorella, avevano avuto una discussione con una ragazza francese, loro conoscente, d’origine magrebina, che stava tentando di aggredirli.

Da quanto dichiarato sembrerebbe che la francese, residente nel palazzo di fronte, forse a causa anche dell’abuso di alcool, abbia iniziato ad inveire contro i due, lanciando una bottiglia contro la loro finestra e dopo aver preso un coltello da cucina, sequestrato, li abbia raggiunti e colpiti, ferendoli e provocandogli delle lesioni per le quali i due sono stati curati presso il locale pronto soccorso, giudicati guaribili in 10 giorni (l’uomo)  e 6 gg (la donna).

La donna transalpina  R.W., nata in Francia nell’84, residente a Perugia, dopo averli feriti è fuggita verso la propria abitazione ma poco prima di rientrare a casa è stata bloccata dalla pattuglia dei Carabinieri che l’ha tratta in arresto per il reato di lesioni aggravate, poiché commesse con arma da taglio.   

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento