Via dell'Acquedotto, picchiata per un telefonino: arrestato straniero

Una ragazza di Gubbio è stata aggredita selvaggiamente in Via dell'Acquedotto, dove un tunisino l'ha prima minacciata e poi aggredita fisicamente per farsi consegnare lo smartphone

Una studentessa 25enne di Gubbio è stata aggredita in Via dell'Acquedotto, in pieno centro storico, giovedì, mentre camminava tranquillamente con il suo cellulare tra le mani.

Ad un certo punto, però, uno straniero le si è avvicinato intimandole di farsi consegnare il telefonino ed al rifiuto della ragazza, il giovane straniero ha cominciato ad usare le mani.

La giovane eugubina è stata raggiunta da una serie di schiaffi e pugni, per poi dirigersi verso le pattuglie delle volanti, che stavano controllando la zona del centro storico.

A quel punto, la polizia, ha dato il via alle ricerche dell'aggressore, potendo contare sulla descrizione della vittima e sulla propria presenza sul territorio e nel giro di pochi minuti hanno individuato il tunisino che è stato arrestato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento