Violenta aggressione al carcere di Capanne: agente preso a pugni e ferito

Un'altra vile aggressione ai danni di un agente penitenziario del carcere di Perugia

Un'altra vile e brutale aggressione al carcere di Perugia. Dopo l'episodio verificatosi nei giorni scorsi, in cui un detenuto, fondamentalista islamico, ha ferito un agente della polizia pentenziaria, torna la tensione a Capanne.

Un uomo di origni marocchine, detenuto nel carcere perugino, giovedì sera ha aggredito alle spalle e senza nessun motivo, un agente in servizio, prendendolo a pugni. Il poliziotto ha dovuto ricorrere alle cure mediche con una prognosi di 12 giorni.

"Il segretario regionale del Sappe-Sindacato autonomo polizia penitenziaria-, Fabrizio Bonino, denuncia la grave situazione: "Oltre a esprimere la mia vicinanza ai colleghi feriti, vorrei ricordare che Perugia ha un livello molto alto di monitorati per quanto riguarda il fondamentalismo islamico. Servono  urgenti provvedimenti per evitare che si verifichino ancora episodi simili". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento