Aeroporto, si riparte da Amsterdam o Monaco: si pensa anche a Tel Aviv

Nuove rotte in programma per l'aeroporto San Francesco d'Assisi. I nuovi hub potrebbero essere Amsterdam o Monaco, ma in prospettiva si pensa anche a un collegamento con Tel Aviv e Casablanca

E dopo la pagella negativa resa nota dal Sole 24 Ore, la Sase, società che gestisce l’aeroporto “San Francesco d’Assisi” è già al lavoro per rilanciare lo scalo umbro. Come? Puntando su Amsterdam o Monaco, da agganciare come possibili hub internazionali, e il ritorno a Milano anche attraverso dei charter in special modo durante l’Expo.

E’ questo quanto emerge dalla riunione tenutasi mercoledì scorso tra gli assessori regionali ai Trasporti e al Turismo, Silvano Rometti e Fabrizio Bracco, e la Sase. Tutto però verrà deciso nella riunione dei soci che si terrà il 13 febbraio. Giorni importanti in cui si cercherà di comprendere la fattibilità del piano che prevede un investimento da 3,8 milioni di euro,

LE ROTTE – Puntando l’occhio verso l’Italia si guarda ad un aeroporto tra Lamezia Terme e Brindisi, cercando di effettuare un tuffo nel passato e collegare nuovamente il capoluogo umbro con Milano. Tra le ipotesi prese in considerazione anche Casablanca e Tel Aviv.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento