Umbertide, chiede monete anche agli agenti di polizia: denunciato per accattonaggio molesto

Individuato dopo diverse segnalazioni dei cittadini alla stazione ferroviaria, per il 40enne di origini pugliesi è stato richiesto anche il divieto di ritorno in città

Chiedeva qualche spiccio ai passanti nel centro storico di Umbertide. Ha chiesto una monetina anche ai poliziotti che stavano facendo controlli alla stazione, anche al capotreno.  

Un volto conosciuto e spesso e volentieri segnalato dagli stessi cittadini per la sua questua piuttosto insistente, tanto da diventare molesta e aggressiva. Gli agenti del commissariato di Città di Castello lo hanno fermato e identificato: si tratta di un 40enne di origine pugliese, con diversi precedenti a suo carico. 

L'uomo è stato denunciato per accattonaggio molesto e al questore di Perugia è stata avanzata la richiesta di applicare la misura del divieto di ritorno nel territorio comunale di Umbdertide per tre anni. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Picchia la moglie e la chiude a chiave in casa, ammonimento del questore per un marito violento

  • Cronaca

    Due caprioli morti nel Menotre a Pale, intervento dei Vigili del fuoco di Foligno

  • Cronaca

    Pugni in faccia al cassiere dopo il furto, arrestato per rapina a Spoleto

  • Eventi

    Maggio dei libri 2019, 150 studenti si incontrano a Solomeo per "L’importanza del leggere"

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • No alle dimissioni della Marini, malore per la Presidente: corsa all'ospedale di Pantalla

  • Camion in fiamme sul raccordo Perugia-Bettolle, traffico in tilt

  • Inchiesta sanità, il consiglio regionale respinge le dimissioni di Catiuscia Marini

Torna su
PerugiaToday è in caricamento