Via Bratislava, residenti protestano contro l'abbattimento degli alberi e salvano un melo

Quel melo, piccolo e fruttifero,era stato assurto a simbolo della comunità. E così è stato raggiunto un compromesso: quell'albero non sarà abbattuto, ma espiantato e inserito altrove

Le hanno provate veramente tutte, gli abitanti di via Bratislava. Si sono messi sulle barricate, minacciando di incatenarsi a quelle piante in predicato di abbattimento, hanno pregato, si sono dati da fare in tutti i modi. Ma le decisioni dell’amministrazione hanno seguito il loro corso.

Materia del contendere: quattro alberi che fiancheggiavano il lato sinistro di questa stradina interna a cul de sac, traversa di viale Roma, percorsa solo dai residenti.

“Di queste quattro piante – sostiene una animatrice del comitato – due frassini erano certamente da abbattere, in quanto si protendevano sulla sede stradale”.

Ma di cosa erano colpevoli questi alberi? Si dice che  allentassero il muro di cemento armato che fiancheggia il lato sinistro a scendere. “Ma in realtà – afferma un abitante di prossimità – è il terrapieno a spingere e a gravare sul manufatto, non le piante”.

Come sia,  nella mattinata di ieri, i tagliatori hanno proceduto togliendo di mezzo tre piante, anziché due. “La terza – dice una docente del liceo cittadino Annibale Mariotti – era un noce, del tutto innocente, in quanto distante da quel muro e dunque ininfluente sulla sua stabilità. Ma l’hanno raso al suolo”.

E il quarto elemento arboreo? “Un innocentissimo melo, piccolo e fruttifero, assurto a simbolo della comunità e caro a tutti noi”.

Agli uffici comunali sono arrivate mail, suppliche e perfino una poesia, bellissima e toccante, dedicata a quel melo. È la punta di diamante di una recente raccolta poetica di Bertoni editore. Ne è autrice Maria Letizia Giontella, poetessa di vaglia, amante della natura e degli animali. “L’ho pure inviata al dottor Vincenzo Piro – dice Maria Letizia – e credo che l’abbia anche apprezzata”.

Così è stato raggiunto un mini compromesso: quel melo non sarà abbattuto, ma espiantato e inserito altrove. Dove non si sa.

Verranno lunedì mattina a compiere l’operazione. Ma perché tanta fretta, se ci risulta che non è ancora il momento di effettuare questo tipo di operazioni?”, osserva con rabbia un’anziana.

Forse, lunedì i residenti  saranno lì a rendere l’estremo saluto a quel simbolo della piccola comunità di via Bratislava. Certo, l’estate ha inaridito prati, fiori e alberi. Ma non i cuori delle persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento