Abbattono oltre 6mila alberi irregolarmente, maxi multa da quasi 50mila euro

E' successo a Piegaro durante alcuni controlli sul territorio dei carabinieri forestali. Ecco cosa hanno scoperto

Oltre seimila alberi abbattuti in maniera irregolare e una maxi sanzione amministrativa per un totale di 46mila euro. È quanto scoperto dai carabinieri forestali di Città della Pieve durante un controllo quotidiano nel territorio nel comune di Piegaro.

Secondo quanto ricostruito dai militari, un’impresa boschiva – autorizzata al taglio fino a un massimo di due ettari di superficie per singolo proprietario – avrebbe però effettuato due tagli ben oltre la soglia consentita. Dai controlli dei carabinieri è emerso che la zona interessata alle utilizzazioni forestali era di 96mila metri quadrati, a fronte di 40mila consentiti e gli alberi abbattuti irregolarmente sono stati circa 6.300. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per definire l’esatta quantificazione degli alberi tagliati, i militari, con strumentazione tecnica apposita, hanno prima selezionato una zona rappresentativa dell’intero taglio boschivo, per poi eseguire la perimetrazione dell’intera superficie. Le irregolarità riscontrate dai carabinieri forestali hanno portato a sanzioni amministrative per 46mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

Torna su
PerugiaToday è in caricamento