Operazione antibracconaggio dei Carabinieri forestali, beccati due cacciatori di frodo

Sorpresi di notte in campagna in periodo vietato e con strumenti non consentiti

I Carabinieri forestali di Passignano sul Trasimeno hanno scoperto e denunciato due bracconieri nella zona di Lisciano Niccone.

I militari, durante un controllo finalizzato al contrasto del bracconaggio e dell’uccisione di animali selvatici, hanno effettuato un’importante attività che ha portato alla denuncia di 2 persone, ed alla contestazione di numerosi reati, tra cui: esercizio della caccia con mezzi vietati ed in periodo di divieto ed omessa comunicazione del luogo di detenzione delle armi.

I Carabinieri forestali hanno notato, intorno alle 23, che in alcuni campi coltivati nelle campagne della zona di Pian di Marte venivano illuminati con fasci luminosi provenienti da una vettura, hanno quindi prontamente intercettato e bloccato tale automezzo.

A bordo di questo vi erano 2 persone, che detenevano varie armi tra cui un fucile calibro 12 tipo doppietta, numerose cartucce caricate a palla e pallettoni ed anche un pugnale.

Entrambi i cacciatori di frodo sono stati deferiti all’autorità giudiziaria, oltre che per i reati venatori, anche per omessa comunicazione del luogo di detenzione delle armi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai due bracconieri sono state sequestrate tutte le armi detenute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento