Bracconieri umbri inseguiti nei boschi: presi dopo aver ucciso uccelli protetti

La Guardia Forestale della Provincia di Pesaro-Urbino ha inseguito nei boschi tra Bocca Trabaria e dell'Alpe della Luna alcuni bracconieri dell'area dell'Altotevere

Sequestro della Forestale di armi dei bracconieri (foto d'archivio)

Si erano recati sul versante marchigiano di Bocca Trabaria per andare a caccia di frodo, in particolare di uccelli protetti che in questo periodo stanno effettuando la migrazione. Ne hanno abbattuti diversi ma subito dopo sono stati scoperti dalla Guardia Forestale che ha intimato il fermo ai cacciatori ma questi ultimi si sono dati alla fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma i militari, dopo un inseguimento nel bosco, sono riusciti comunque a risalire a loro e a bloccarli poco dopo. I bracconieri sono di Città di Castello e sono stati tutti denunciati: non solo hanno abbattuto animali protetti ma si sono recati nell'area della Provincia di Pesaro-Urbino senza l'autorizzazione per l'esercizio venatorio. Gli sono stati sequestrati i fucili da caccia e la licenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento