Cosa fare a Pasquetta? Itinerari a due in giro per l’Umbria

Perugia Today propone ai lettori una piccola guida su itinerari da intraprendere nel giorno di Pasquetta; da suggestivi trekking a gite fuori porta, agli eventi nella Regione

Tempo di vacanze pasquali e di buona stagione, di ciaramicola e colombe al cioccolato. Tempo di uova, pranzi e via Crucis, nei caratteristici scorci sacri della Regione.

L’Umbria, grazie alla sua vastissima offerta culturale e naturalistica, offre, a chi decide di trascorrere la Settimana Santa nel cuore d’Italia, ottimi spunti per vivere piacevoli avventure, godersi da osservatori privilegiati suggestivi paesaggi e scoprire lo spirito più intimo di questa Regione, che guarda al futuro, con la consapevolezza del suo autentico passato, ancora custodito gelosamente tra i solchi delle sue vallate.

Tradizioni gastronomiche, cultura e arte, vivono in simposio con la quiete della natura, regalando al visitatore straordinarie opportunità per godere di un territorio fertile, vivo e ancora da scoprire nelle sue infinite possibilità.

Perugia Today propone ai lettori una piccola guida su itinerari da intraprendere nel giorno di Pasquetta, per coppie in erba, collaudati innamorati o semplicemente per chi vuole ritagliarsi un break dalla quotidianità e riscoprire un’altra Umbria.

Itinerari all’aria aperta

Trekking suggestivi

Condizioni metereologiche permettendo, cosa c’è di più avventuristico ed emozionante di una gita (a due) nelle splendide aree verdi dell’Umbria?

Mete ideali sono i territori del lago Trasimeno e i sensazionali sentieri naturalistici immersi negli olivi, e nella storia millenaria di questa area geografica. Su www.parchiattivi.it troverete descrizioni degli itinerari di visita dei Parchi Umbri, insieme alle tracce da scaricare sul proprio gps e allo stato di manutenzione e segnaletica del sentiero.

Da segnalare anche il trekking sul Parco del Monte Subasio, Il Monte di Francesco, e del suo "Cammino", delle grandi doline, con una vista che spazia per decine di chilometri intorno, tra i borghi spersi in un mare di olivi.

Visita agli Eremi

Il fenomeno dell'eremitismo risale  intorno agli anni 900 - 1000 e 1100, a quando gli uomini fuggirono il mondo per vivere nella profonda solitudine ed in colloquio con Dio. I Monti dell’ Umbria rappresentano superbe testimonianze di questa particolare pratica di vita, popolati per millenni di solitari.

Costruiti in luoghi selvaggi e impervi, gli eremiti vivevano in celle fatte con pietre e frasche, o in grotte naturali, nonostante l’abbandono, preservano ancora l’effige di una spiritualità umana intrisa di misticismo, da riscoprire.

In quell'epoca furono molti gli uomini che fuggirono il mondo, si votarono a una solitudine volontaria, a colloquio con Dio, nel silenzio. Furono i solitari cristiani, gli anacoreti o eremiti di tutti i secoli, per i quali secondo l'insegnamento di San Girolamo "la città è prigione; la solitudine, paradiso". Fu un fenomeno particolare nella chiesa, iniziato dopo la caduta dell'impero, e fiorito splendidamente intorno al 1000. I nostri Monti si popolarono di questi solitari. Essi vivevano in piccole celle, costruite in luoghi selvaggi e impervi, fatte con pietre e frasche, o in grotte naturali.

Degno di esser visitato è San Girolamo', l’Eremo di Monte Cucco, Fosso dell’Eremo a Monte Nerone, Romitorio di Monte Malbe, Detto anche Eremo di S. Salvatore, fu fondato probabilmente intorno al mille nel cuore di Monte Malbe, a circa 3 Km e

mezzo da Migiana.

Visita alle Grotte di Frasassi

Uno spettacolo meraviglioso, frutto della maestosità della natura, al confine con l’Umbria, per visitare gli affascinanti sentieri creati dalle rocce. Aperto tutti i giorni: ore 10.00 - 11.00 - 12.00 - 14.30 - 16.00 - 17.00.

Pic Nic sul lago di Alviano, Oasi WWF

Cibo on the road, meglio ancora se in un contesto naturalistico immerso nella serenità e nella preservata bellezza. Per arrivare occorre prendere l’uscita Orvieto e poi seguire le indicazioni per l'Oasi o per Alviano, fino a raggiungere Madonna di Porto, dove si trova l'ingresso dell'Oasi.

Passeggiata a cavallo

L’Umbria si riserva meta ideale per passeggiate e cavallo tra sentieri di boschi e vallate incantate, che siate sportivi o reticenti alle attività ippiche, passeggiare a cavallo può risultare un’esperienza unica, che ci riporta ad un rapporto autentico con il mondo. Per informazioni su itinerari e maneggi, basta collegarsi al sito www.turismoequestre.com.

Itinerari Culturali. Se a scarponi da trekking e zaini preferite la comodità della città

A Montone, in occasione del Lunedì di Pasqua, si rinnova il tradizionale appuntamento con la rievocazione storica della Donazione della Sacra Spina. La manifestazione celebra la donazione al popolo di Montone, da parte del valoroso Carlo Fortebracci, della Spina della Corona di Gesù Cristo. Il borgo, per questa giornata di festa, ripropone atmosfere medievali con mercatini, arcieri, dame e cavalieri.

Per gli amanti della tradizione gastronomica umbra, da segnalare è la ‘Pasquetta in Piazza a Panicale’, a partire dalle 15,00 di Lunedì 21 aprile, degustazioni gratuite di specialità tipiche del periodo pasquale: torta al formaggio farcita con capocollo, uova di cioccolato e vino rosso. La giornata sarà allietata dal tradizionale “Gioco del Ruzzolone”.

A Città della Pieve per ammirare i suggestivi ‘Quadri viventi’ nei sotterranei di Palazzo Orca, evento che caratterizza ogni anno i pomeriggi della Pasqua e del lunedì dell’Angelo nella città che ha dato i natali a Pietro Vannucci, detto il Perugino.

È il terziere Borgo Dentro, uno dei tre terzieri che animano la vita sociale, spirituale e culturale cittadina, a realizzare la manifestazione ad opera dei suoi contradaioli, che mettono in campo le proprie capacità e passioni e ogni anno costruiscono dei veri e propri quadri, con figuranti che impersonano il Cristo, Maria, gli apostoli,  regalando alla città e ai visitatori uno degli spettacoli più suggestivi dell’anno.

A Spello la XIV edizione della Via Crucis D’Autore Dal 18 al 22 aprile la tradizionale processione del Venerdì Santo trasformerà la città storica in un unico grande luogo espositivo.

Le quattordici stazioni che celebrano la Passione del Cristo, diventano motivo d’ispirazione per artisti nazionali ed internazionali che per l’occasione realizzano dipinti da collocare in alcuni siti della città antica, corrispondenti all’iconografia cattolica con la quale ogni anno vengono ricordate le tappe del Cristo condannato a morte verso il Monte Getzemani.

Un itinerario religioso all’interno di chiese e di siti storici del Centro Storico che rievoca la sofferenza del Cristo, trasformando Spello in una grande galleria d’arte.

A Spoleto, dal 20 al 21 aprile concerti, musica e poesia itinerante, laboratori del gusto, mostre mercato e degustazioni con “Tipica”. Lunedì 21 aprile stand aperti dalle ore 10, si prosegue con concerti, laboratori ed assaggi gastronomici.

Perugia Today augura ai suoi lettori Buona Pasqua

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento