Allergia al gatto, un problema diffuso. Come affrontarlo

Anche in coloro che amano l'altezzoso felino può svilupparsi un'intolleranza all'allergene prodotto da questo animale. Ecco alcuni consigli per convivere con questo

Se è vero che moltissime persone hanno in casa per silenzioso compagno di vita un felino, è altrettanto vero e diffuso che moltissime persone soffrono della cosiddetta allergia al gatto.

Il gatto, animale domestico che richiede poca cura perché indipendente e molto più pulito ad esempio del cane, comporta spesso che - anche in chi li ama e ne ha magari più di uno in casa - si sviluppi la fastidiosa allergia.

L'allergia al gatto è, in realtà, impropriamente detta tale: a scatenare tale reazione è infatti l'allergene Fel D1, che viene prodotto dalle ghiandole sebacee del gatto e dalla sua saliva. Il trasporto di questo allergene è molto facile, tanto che può avvenire per mezzo di capelli e vestiti anche in ambienti non frequentati direttamente dall'animale.

Sviluppare tolleranza all'allergene

I sintomi dell’allergia al gatto comprendono quelli più “classici”, come rinite, asma e congiuntivite, ma possono anche interessare l’epidermide, come irritazioni ed eruzioni cutanee. Sembrerebbe che l'esposizione quotidiana e costante al Fel D1 porti, nel tempo, allo sviluppo di una forte tolleranza a tale allergene, ma sono diversi i casi in cui si incorre in manifestazioni improvvise e inaspettate, anche gravi.

Non è ancora chiaro quali siano esattamente i fattori che portano all’improvvisa manifestazione dell’allergia: si è notato, per esempio, che l'arrivo di un nuovo gatto può incrementare esponenzialmente il rischio di gravi crisi asmatiche, derivanti da un aumento dell'allergene nell'ambiente. Anche allontanarsi da casa per diversi giorni può portare a non tollerare più la presenza del Fel D1, anche dopo anni di convivenza con il gatto.

Ancora, se l'esposizione all'allergene avviene tramite gatti non nostri, o comunque ai quali non siamo abituati, potrebbero manifestarsi comunque i sintomi precedentemente citati, a riprova del fatto che questo tipo di tolleranza immunologica, in realtà, è molto instabile e può mascherare un'allergia latente anche molto grave.

Come poter convivere con un gatto anche in caso di allergia

Come detto in precedenza, le reazioni allergiche al Fel D1 possono essere spesso gravi; sono sempre più numerosi, infatti, i casi di  gravi crisi asmatiche scatenate dall'allergene prodotto dai nostri amici a quattro zampe, tanto che molti esperti considerano l'allergia al gatto una delle cause principali delle crisi respiratorie. La concentrazione costante dell’allergene nell'aria rende difficile adottare misure preventive che possano risolvere il problema; a differenza degli acari, ad esempio, il Fel D1 non può essere filtrato e la sua capacità di legarsi con particelle più piccole permette all'allergene di rimanere nell'aria per lunghi periodi di tempo.

Fondamentale diventa quindi rivolgersi ad uno specialista per condurre dei test specifici e, una volta verificata l'effettiva iperreattività, individuare la terapia adeguata che, a seconda dell'intensità della reazione allergica, potrà essere a base di diversi farmaci; i più utilizzati sono in genere gli antistaminici o i corticosteroidi, che permettono di ridurre i sintomi associati all'infiammazione in corso e controllare la rinite allergica. Altro tipo di terapia è quella ipo-sensibilizzante, detta AIT (immunoterapia allergene-specifica): affiancata all'assunzione di farmaci, è l'unica terapia in grado di indurre realmente una tolleranza immunologica al Fel D1, riducendo al minimo il rischio di un aggravamento della sintomatologia, in particolare quella respiratoria.

In ogni caso, una toelettatura periodica del vostro micio è sempre una buona norma per mantenere l'igiene nell'ambiente domestico. Ecco alcuni inidirizzi utili a Perugia:

Gatthotel&spa

Via Leone Maccheroni, 18, 06132 Perugia PG tel 075 372 0108 web: www.gatthotel.it/

Stella Toelette

Via Vincenzo Bellini, 46, 06132 S.Sisto PG tel 075 528 7835 web: www.toelettaturaperugia.it/

Il Barbiere dello Zoo

Str. Malanotte, 1/C, 06132 Perugia PG tel 075 515 9000 

Toelett Art

Via della Ginnastica, 3, 06132 Perugia PG tel 336 178 5071 

Il Cucciolo

Viale S. Sisto, 25, 06132 Comune di Perugia PG tel 075 527 2103

Uli e Beaghy S. N. C.

Via Pietro Soriano, 65/A, 06132 Perugia PG tel 075 372 4476 web: washdog.it/it/

Potrebbe interessarti

  • Occhio ai falsi amici della dieta: i cibi insospettabili che non fanno dimagrire

  • Congiuntivite, perché viene e come si cura

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento