INVIATO CITTADINO Via Marzia, ben tre pilomat all'imbocco superiore

Scelta impattante e insidiosa per molti automobilisti che ci rimettono… le fiancate

Troppa grazia Sant’Antonio: non uno, ma ben tre pilomat all’imbocco superiore di via Marzia. Scelta impattante e insidiosa per molti automobilisti che ci rimettono… le fiancate. Rino Fruttini – economista di vaglia e storico della Vetusta – è uno dei residenti di via Baglioni. Ossia uno degli “ultimi dei Mohicani” che tengono duro e resistono alla tentazione di abbandonare la “riserva” del centro storico. Come residente, dunque, ha diritto a parcheggiare in via Marzia, “con la dovuta pazienza”, scrive.

Tale varco è limitato da pilomat, ovvero pilasti metallici che, su impulso elettronico, consentono l'ingresso alle auto con l’utilizzo di apposito dispositivo. Scrive l’utente: “In Via Marzia i pilomat sono tre. Tuttavia, stante l'accesso che avviene curvando da Via Baglioni e immettendosi nel varco, verso la discesa, i due pilomat esterni non sono visibili”. Ostacoli tanto poco visibili che, dice Fruttini “Vi ho urtato, danneggiando la mia auto”. E non è il solo.

Reazione di comprensibile irritazione e perfino di rabbia. Tanto che “ritenendo che tale installazione non sia funzionale, perché i due pilomat esterni, che in genere rimangono fissi, non sono adeguatamente visibili, segnalai la cosa al Comando dei Vigili Urbani, che mi rimandarono all'ingegner Naldini (city manager, ndr)”. Dunque, intercorre uno scambio di mail. Nella prima, Fruttini rappresenta la difficoltà e la circostanza avvenuta. Di rimando, il dirigente di Palazzo dei Priori risponde “che tutto è regolare e che inoltre nessuno si è lamentato”. Come dire: stia più attento ed eviti di impattare nei congegni. Ma il fatto è che quei pilomat portano ben visibili segni plurimi di una serie di impatti: il che dimostra come quanto accaduto a Fruttini sia tutt’altro che un caso isolato. Insomma: prendere le misure giuste pare non sia così facile.

Si dice: non si capisce come mai nella parte bassa, all’intersezione con viale Indipendenza, ci sia un pilomat e due paletti, mentre nella parte superiore gli ingombranti pilomat ammontano al rispettabile numero di tre. Uno spreco? Forse sì. Certamente un intoppo. Almeno a sentire la lamentela dei residenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Nuovo maxi concorso, l'Aci assume personale a tempo indeterminato: due bandi

  • Usl Umbria 1 in lutto, è morto il professor Fabrizio Ciappi

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento