Il dono dell'associazione per aiutare i malati: una nuova auto per le cure domiciliari

Il dono dell'Associazione Eugubina Lotta contro il Cancro (Aelc) al Servizio di Cure Palliative del Distretto Alto Chiascio dell'Usl Umbria 1

Il dono dell'Associazione Eugubina Lotta contro il Cancro (Aelc) al Servizio di Cure Palliative del Distretto Alto Chiascio dell'Usl Umbria 1, per l’attività di assistenza domiciliare ai pazienti per i quali ogni terapia volta alla guarigione non è più possibile. Un'auto, una Panda 4&4, per raggiungere i malati e le famiglie.

Alla cerimonia hanno partecipato Andrea Casciari Direttore Generale della Usl Umbria 1, Orietta Migliarini Presidente dell’Aelc, dal Responsabile Medico Palliativista Loredana Minelli, oltre al personale del Servizio di Cure Palliative e dell’associazione. “La donazione, del valore di 15.500 euro – ha ricordato Andrea Casciari - evidenzia la costante attenzione dell’Associazione Aelc nei confronti dei servizi sanitari dell’area dell’Alto Chiascio. Colgo l’occasione per ringraziare, non solo la Presidente dell’Aelc, ma anche tutto il personale delle cure palliative che grazie al nuovo automezzo potrà garantire un’assistenza ancor più capillare ai malati e alle loro famiglie”.

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Sigaretta addio: come smettere di fumare e perché conviene farlo

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Fontivegge, ipotesi overdose: 40enne trasportato in codice rosso, è gravissimo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento