Il dono dell'associazione per aiutare i malati: una nuova auto per le cure domiciliari

Il dono dell'Associazione Eugubina Lotta contro il Cancro (Aelc) al Servizio di Cure Palliative del Distretto Alto Chiascio dell'Usl Umbria 1

Il dono dell'Associazione Eugubina Lotta contro il Cancro (Aelc) al Servizio di Cure Palliative del Distretto Alto Chiascio dell'Usl Umbria 1, per l’attività di assistenza domiciliare ai pazienti per i quali ogni terapia volta alla guarigione non è più possibile. Un'auto, una Panda 4&4, per raggiungere i malati e le famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla cerimonia hanno partecipato Andrea Casciari Direttore Generale della Usl Umbria 1, Orietta Migliarini Presidente dell’Aelc, dal Responsabile Medico Palliativista Loredana Minelli, oltre al personale del Servizio di Cure Palliative e dell’associazione. “La donazione, del valore di 15.500 euro – ha ricordato Andrea Casciari - evidenzia la costante attenzione dell’Associazione Aelc nei confronti dei servizi sanitari dell’area dell’Alto Chiascio. Colgo l’occasione per ringraziare, non solo la Presidente dell’Aelc, ma anche tutto il personale delle cure palliative che grazie al nuovo automezzo potrà garantire un’assistenza ancor più capillare ai malati e alle loro famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento