Sanità all'avanguardia: strumento unico per la diagnosi dell’incontinenza urinaria

Una nuova, preziosa, risorsa diagnostica avanzata per la diagnosi dei casi più complessi di incontinenza urinaria, è disponibile presso l’ospedale di Assisi della Usl Umbria 1

Una nuova, preziosa, risorsa diagnostica avanzata per la diagnosi dei casi più complessi di incontinenza urinaria, è disponibile presso l’ospedale di Assisi della Usl Umbria 1, per tutti gli assistiti del territorio regionale, grazie alla collaborazione tra la dottoressa Wilma Rociola responsabile dell’Ambulatorio di Uroginecologia e urodinamica e l’equipe della Radiologia diretta dal dottor Valter Papa.

“La videourodinamica è considerata l’esame gold standard nelle disfunzioni minzionali neurogene e nei casi di incontinenza urinaria/ostruzione dove persiste il dubbio diagnostico - ricorda Andrea Casciari, Direttore Generale della USL Umbria 1 – e viene svolta in pochissimi centri in Italia. Si tratta di un fiore all’occhiello non solo per l’ospedale di Assisi ma per tutta la sanità regionale. Esami analoghi infatti vengono svolti presso l’Unità Spinale dell’azienda ospedaliera di Perugia, ma solo per pazienti con vescica neurologica da lesione midollare”.

“Si tratta di una metodica mediante la quale si studia l’anatomia e la funzionalità vescicale e del tratto cervico-uretrale, sia durante la fase di riempimento che in quella di svuotamento – spiega Wilma Rociola - importante per corretta diagnosi di incontinenza urinaria e/o di ostruzione grazie ad informazione funzionali e morfologiche dell’apparato urinario”. 

“Per fare ciò si usa un mezzo di contrasto iodato in modo da consentire la visualizzazione della vescica e del basso e alto tratto urinario, durante il riempimento e lo svuotamento – sottolinea Valter Papa -  Tutte le informazioni contenute nelle immagini fisse e nei cineloop di immagini, insieme ai tracciati simultanei del flusso e della pressione, vengono videoregistrate al fine di consentire le necessarie valutazioni integrate”.

L’esecuzione di ciascun esame richiede circa 1 ora di tempo e l’accesso è possibile mediante richiesta del medico di medicina generale e viene gestito direttamente dalla dr.ssa Rociola, con un’agenda di prenotazione interna. Al momento gli esami vengono svolti una volta al mese, in una sala dedicata della Radiologia dell’Ospedale di Assisi, dallo specialista urologo Wilma Rociola, coadiuvato nella gestione del paziente e delle apparecchiature dal referente tecnico di radiologia Luca Campodifiori e dallo specialista radiologo. Data l’importanza e la peculiarità dell’esame, si sta valutando la possibilità di incrementare il numero di accessi per il 2019.

Potrebbe interessarti

  • Rinfrescarsi a Perugia, ecco le principali piscine pubbliche con le relative tariffe

  • Alcol denaturato, un potente disinfettante per l'igiene domestica

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Investito sulla E45, il testimone: "Ho cercato di convincerlo a salire in auto, poi si è lanciato sulla strada"

  • A piedi sulla E45, travolto e ucciso da un'automobile

  • Blitz dei Nas di Perugia in un supermercato: formiche nel pane e prodotti accatastati al sole, proprietari denunciati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento