Sanità all'avanguardia: strumento unico per la diagnosi dell’incontinenza urinaria

Una nuova, preziosa, risorsa diagnostica avanzata per la diagnosi dei casi più complessi di incontinenza urinaria, è disponibile presso l’ospedale di Assisi della Usl Umbria 1

Una nuova, preziosa, risorsa diagnostica avanzata per la diagnosi dei casi più complessi di incontinenza urinaria, è disponibile presso l’ospedale di Assisi della Usl Umbria 1, per tutti gli assistiti del territorio regionale, grazie alla collaborazione tra la dottoressa Wilma Rociola responsabile dell’Ambulatorio di Uroginecologia e urodinamica e l’equipe della Radiologia diretta dal dottor Valter Papa.

“La videourodinamica è considerata l’esame gold standard nelle disfunzioni minzionali neurogene e nei casi di incontinenza urinaria/ostruzione dove persiste il dubbio diagnostico - ricorda Andrea Casciari, Direttore Generale della USL Umbria 1 – e viene svolta in pochissimi centri in Italia. Si tratta di un fiore all’occhiello non solo per l’ospedale di Assisi ma per tutta la sanità regionale. Esami analoghi infatti vengono svolti presso l’Unità Spinale dell’azienda ospedaliera di Perugia, ma solo per pazienti con vescica neurologica da lesione midollare”.

“Si tratta di una metodica mediante la quale si studia l’anatomia e la funzionalità vescicale e del tratto cervico-uretrale, sia durante la fase di riempimento che in quella di svuotamento – spiega Wilma Rociola - importante per corretta diagnosi di incontinenza urinaria e/o di ostruzione grazie ad informazione funzionali e morfologiche dell’apparato urinario”. 

“Per fare ciò si usa un mezzo di contrasto iodato in modo da consentire la visualizzazione della vescica e del basso e alto tratto urinario, durante il riempimento e lo svuotamento – sottolinea Valter Papa -  Tutte le informazioni contenute nelle immagini fisse e nei cineloop di immagini, insieme ai tracciati simultanei del flusso e della pressione, vengono videoregistrate al fine di consentire le necessarie valutazioni integrate”.

L’esecuzione di ciascun esame richiede circa 1 ora di tempo e l’accesso è possibile mediante richiesta del medico di medicina generale e viene gestito direttamente dalla dr.ssa Rociola, con un’agenda di prenotazione interna. Al momento gli esami vengono svolti una volta al mese, in una sala dedicata della Radiologia dell’Ospedale di Assisi, dallo specialista urologo Wilma Rociola, coadiuvato nella gestione del paziente e delle apparecchiature dal referente tecnico di radiologia Luca Campodifiori e dallo specialista radiologo. Data l’importanza e la peculiarità dell’esame, si sta valutando la possibilità di incrementare il numero di accessi per il 2019.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inchiesta sanità, i pm chiedono i domiciliari per Barberini e l'associazione a delinquere per nove persone

  • Attualità

    Cura Onnis per l'ospedale di Perugia: "Nuovi medici di alto profilo, controlli anticorruzione e più integrazione con l'Università"

  • Attualità

    Umbria, il viaggio in treno e le notti in un albergo di Roma: la “fuga” di Silvana

  • Cronaca

    Il blitz: 136 chili di marijuana e 10mila euro in contanti, umbro di 45 anni arrestato

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • Bollette "salate" dell'acqua, Umbra Acque spiega tutto: "Basta equivoci: ecco cosa sta accadendo"

  • No alle dimissioni della Marini, malore per la Presidente: corsa all'ospedale di Pantalla

  • Tragedia in via Imbriani, 45enne muore dopo un volo dal balcone

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

Torna su
PerugiaToday è in caricamento