Università di Perugia, prestigioso premio alla dottoranda Valeria Saccomandi

Il lavoro della Saccomandi riguarda il problema della resistenza batterica agli antibiotici negli animali, le cui carni entrano nella filiera alimentare

Valeria Saccomandi, dottoranda in Scienze Farmaceutiche all’Università degli Studi di Perugia, ha ottenuto un importante riconoscimento durante la 19th Advanced School in Pharmaceutical Technology, tenutasi a Soverato (CZ).

Il lavoro della Saccomandi, dal titolo "Italian Strategy Against Antimicrobial Resistance and Analysis of the Most Used Oral Pharmaceutical Forms in Veterinary", è stato premiato per l'interessante focus: riguarda infatti il problema della resistenza batterica agli antibiotici, alimentato anche dalla somministrazione di antibiotici agli animali, soprattutto quelli da reddito, le cui carni entrano nella filiera alimentare.

Lo studio valuta questa importante problematica anche alla luce delle direttive europee che regolamentano il settore e viene svolto dalla dottoressa Saccomandi in collaborazione tra il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche (supervisore professoressa Luana Perioli) e il Ministero della Salute (dottoressa Stefania Dalfrà).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento