Università di Perugia, premiate le migliori pubblicazioni: assegno da 3.125 euro a testa, tutti i vincitori

Cerimonia di assegnazione del premio dedicato a 16 giovani studiosi dell’Università degli Studi di Perugia per la migliore pubblicazione triennio 2015-2017

L'Università premia le migliori pubblicazioni del triennio 2015 – 2017. Sedici i vincitori dell’edizione 2018, a cui hanno partecipato in 40, tra professori e ricercatori, di età inferiore ai 43 anni d’età. A ciascuno dei vincitori è stato assegnato un premio individuale del valore di 3.125,00 euro.

“Si tratta di un’iniziativa che vuole incentivare il corpo docente nel fare ricerca e mettere in luce i giovani che si sono impegnati in tale impegnativa attività  – ha sottolineato il professor Franco Moriconi, Rettore dell’Ateneo perugino -. Se in questi sei anni di mandato la didattica è sempre stata ad alto livello, anche la ricerca ha confermato un trend positivo: il nostro Ateneo ha gruppi di ricerca molto importanti a livello internazionale. Lo Studium, nell’ambito della ricerca, si colloca, infatti, a livello nazionale, fra il 14°-15° posto. Possiamo essere soddisfatti, ma, naturalmente, c’è da migliorare perché mai dobbiamo accontentarci ed è importante che ci siano gruppi di eccellenza che stimolino la crescita degli ambiti meno avanzati”.

Poi il Rettore Moriconi, insieme alla dottoressa Piera Pandolfi, responsabile dell’Area Progettazione, Valorizzazione e Valutazione della Ricerca dell’Università degli Studi di Perugia, ha consegnato gli attestati ai vincitori.

Sono stati 16 i vincitori dei premi finali: Silvia Bacci, Irene Benedetti, Giovanni Maria Berti De Marinis, Chiara Brachelente, Massimo Cerulo, Marco Cherin, Chiara Coletti, Massimiliano Di Filippo, Giuseppe Manfroni, Luisa Massaccesi,  Serena Massari, Elena Ridolfi (ha ritirato il riconoscimento il professor Piergiorgio Manciola), Francesca Riuzzi, Valerio Santangelo (ha ritirato la professoressa Claudia Mazzeschi), Gioele Simonte, Luigi Vergori.

Come spiega l'Università, le pubblicazioni presentate, che si contendevano un montepremi totale di 50.000 euro messo a disposizione dall’Ateneo, sono state valutate da revisori esterni di fama internazionale, sulla base di sei criteri: rilevanza del tema all’interno dell’area scientifica di riferimento, creatività e originalità dimostrate da nuovi risultati, intuizioni, interpretazioni, metodi, applicazioni, etc, successo nella risoluzione di un problema scientifico già noto e/o capacità di apertura di nuovi fronti scientifici, rigore metodologico nella ricerca, qualità della presentazione in termini di leggibilità, efficacia dell’esposizione, eleganza della scrittura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento