Continua la rivoluzione della raccolta rifiuti a Perugia: ecco la nuova Ecoisola per la differenziata e come funziona

"E per chi non rispetta le regole - sottolinea il vice sindaco - tolleranza zero grazie alle foto trappole e alle sentinelle ambientali"

Continua la “rivoluzione” della raccolta differenziata a Perugia. Nel quartiere di Elce, in via delle Sorgenti, è arrivata la nuova Ecoisola, la terza installata dopo Case Bruciate e Via campo di Marte. E’ stata inaugurata questa mattina alla presenza del Vice Sindaco di Perugia Urbano Barelli, del Dirigente dell’Auri Stefano Nodessi e dei tecnici del Comune di Perugia e della Gesenu. Altre tre ecoisole verranno installate a fine mese in via Leonardo Da Vinci, in via Checchi e nei pressi del Cva Rimbocchi.

Ma come funzionano le Ecoisole? Sono strutture per la raccolta differenziata domiciliare, dove l’utente –strisciando la tessera sanitaria dell’intestatario della Tari – può conferire i rifiuti organici, plastica e metalli, carta e cartone e secco residuo. Le prime Ecoisole, installate il 30 luglio di quest’anno, fino ad ora hanno registrato 430 conferimenti per Case Bruciate e 112 conferimenti per Campo di Marte, conseguendo una percentuale di raccolta differenziata media del 76,00%.

VIDEO Perugia, istallata nuova Eco-isola a Elce: "Valorizziamo la raccolta differenziata, pronte 60 foto-trappole non fisse"

“L’ecoisola –ha sottolineato il vice sindaco Barelli - è un mezzo aggiuntivo, comodo e importante per una corretta gestione dei rifiuti e una riduzione del loro impatto sulla città.” Gli strumenti per una corretta raccolta differenziata ci sono –ha ricordato- invito i cittadini ad utilizzarli, sia ritirando gli appositi kit sia conferendo i rifiuti o nelle ecoisole informatizzate o nei cinque centri di raccolta cittadini (Collestrada, Pallotta, Ponte Felcino, Sant’Andrea delle Fratte e San Marco), senza abbandonare i rifiuti.”

VIDEO Perugia, nuova raccolta differenziata: ecco come funzionano le Eco-Isole

E che per chi non rispetta le regole vi sarà tolleranza zero: “Con le fototrappole e le telecamere che anche l’Auri mette a disposizione e con il lavoro delle sentinelle ambientali –ha aggiunto- chi abbandona i rifiuti sarà individuato con sicurezza e presto e inevitabilmente scatteranno le sanzioni

“L’inaugurazione dell’Ecoisola Informatizzata – ha spiegato il dirigente dell’Auri, Stefani Nodessi, rappresenta un ulteriore passo in avanti dell’Amministrazione Comunale di Perugia per raggiungere l’obiettivo del 72,3% di Raccolta Differenziata che la Regione dell’Umbria ha fissato per l’anno 2018”. Le Ecoisole tracciano tutti i conferimenti ed inviano i dati al sistema di controllo che monitora i tassi di riempimento dei quattro contenitori, che quindi vengono svuotati soltanto quando pieni conseguendo economie nei costi di raccolta.

E per rendere più pulita la città, il Comune e il Gestore interverranno con l’aggiunta di 50 cestini gettacarte che saranno installati a breve vicino alle fermate dei bus, nei luoghi più frequentati e di permanenza e sosta dei pedoni per soddisfare la richiesta dei cittadini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Frontale tra due autovetture, feriti una mamma e i figli

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento