"Vandalizzato il presepe di Ponte San Giovanni": sale l'indignazione, ma la storia è diversa...

“Inaudito: a Ponte San Giovanni sono riusciti a sfasciare il meraviglioso presepe di Paolo Ballerani, osannato da tutti per la sua artistica originalità. Hanno compiuto il misfatto durante la notte”. Questi i commenti del volgo nichilista… ma non è una cosa seria. Invero si tratta di una fake perché le cose non stanno affatto così. Ce lo conferma il presidente della Pro Ponte Antonello Palmerini, che si è immediatamente recato sul posto per sistemare le cose, insieme ai suoi collaboratori. Lo ribadisce l’artista Paolo Ballerani, fiondatosi in loco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È invece accaduto che il vento abbia sfilato la base dai supporti piantati a terra e così, non più trattenuta, l’opera si è inclinata e divisa a metà. La circostanza, oltre che al vento impetuoso, è dovuta al fatto che la scultura è molto grande, ma leggera, causa il materiale di cui è composta. Così è stata semplicemente reinfilata nel supporto e correttamente riposizionata. Era evidentemente necessario zavorrare in modo accorto. Ma quel capolavoro è stato immediatamente ricondotto al pristino stato.           

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

  • Intasca i soldi delle giocate del Lotto, titolare di rivendita condannata dalla Corte dei conti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento