INVIATO CITTADINO Piazza Italia, area intorno al monumento a Vittorio Emanuele II: missione compiuta. Alla perfezione, anche se...

Ripristinato il prato intorno alla statua, ora alla prova di eventi grandi e piccoli

Piazza Italia, area di riguardo intorno al monumento equestre a Vittorio Emanuele II: missione compiuta. Alla perfezione.

E speriamo che i cosiddetti “eventi”, ordinari e straordinari, non distruggano in quattro balletti il lavoro ben fatto.

C’era una volta il pratino. Ma poi fra bancarelle, eventi di golosi e gemellaggi, era letteralmente ridotto ecce homo: una crosta di terra, dura, calpestata, crettata, che manco con l’aratro.

Così hanno tolto tutto, hanno piazzato quattro palle di bosso agli angoli e installato un impianto di irrigazione sotterraneo.

Dopo di che, anziché seminare il pratino e aspettare le calende greche perché crescesse, si è opportunamente deciso di posarci il pratino a zolle, bell’e pronto. Bellissimo e uniforme. Per adesso lo tutelano le transenne metalliche. Dunque “no problem”, ma a breve saranno tolte.

Ora non dovrebbero esserci problemi di innaffiatura. Ma va ricordato il verso virgiliano “timeo Danaos et dona ferentes”, ossia “attenti al barbaro!”, espressione che sta per “scolaresche gitanti e comportamenti incontrollati”.

Fra l’altro, se qualcuno desidera avvicinarsi al monumento per l’insopportabile selfie, ci sono due corridoi in porfido che evitano il calpestio. Ma si adegueranno?

Insomma: le folle gitanti, e gli accompagnatori distratti, eviteranno il calpestio? Ai posteri l’ardua sentenza… anche se le previsioni non fanno presagire nulla di buono. Almeno su base statistica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’ultima attenzione: quando verranno ricollocate quelle sei lettere in numeri romani, asportate dagli Unni? Parliamo della base del monumento, con la scritta che guarda verso Palazzo Calderini. Quando quella scritta verrà ripristinata sarà sempre troppo tardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento