Perugia, il percorso verde "Leonardo Cenci" adesso è realtà

Applausi e commozione all'intitolazione dell'area verde dove il fondatore di Avanti Tutta si è allenato per anni. Il sindaco: "Iter a tempo di record, era una volontà di popolo che non poteva essere delusa"

E' stata un'intitolazione a tempo di record. Un omaggio che Perugia sentiva di dare. A furor di popolo il Comune di Perugia si è messo in moto per procedere a intitolare a Leonardo Cenci il percorso verde di Pian di Massiano. Suo luogo di allenamento, diventato il simbolo della sua ostinata lotta al tumore, dove ha trascorso molte ore allenandosi e incontrando le persone, confrontandosi, incoraggiando. Un esempio, una lotta lunga sei anni a fronte dei pochi mesi che gli erano stati assegnati da una diagnosi terribile. Che Leonardo ha affrontato con il sorriso e con la linguaccia di chi ha deciso che lotterà fino all'ultimo. 

VIDEO Percorso verde intitolato a Leonardo Cenci: "Una città intera che lo chiedeva"
 

E Leonardo, in sei anni, ha fatto molto con la sua associazione, Avanti Tutta, raccogliendo fondi per strutture e iniziative destinate all'Oncologia di Perugia. Ha fatto di più con il suo messaggio di positività di ogni suo giorno di quella vita che è iniziata scoprendo di essere malato, partecipando, per esempio, per due volte alla Maratona di New York, primo e unico malato oncologico a farlo. L'intitolazione è arrivata a tempo di record, ha ricordato il sindaco Andrea Romizi, grazie alla sensibilità del prefetto che reso possibile il tutto in due mesi.  

VIDEO L'omaggio di Perugia al suo "guerriero", benvenuti al percorso verde "Leonardo Cenci": "Siamo felici"

"Dopo il primo mese, la prima volta che siamo potuti uscire - ricorda il fratello Federico - siamo andati a camminare alla Trinità. Leo già provava a muovere i primi passi di corsa. Ecco lui era questo".

In tanti hanno partecipato alla cerimonia di intitolazione, volontari di Avanti Tutta, istituzioni, cittadini che condividono la stessa battaglia di Leo, persone che lo hanno conosciuto o sentito solo nominare. Un lungo applauso ha accompagnato la scopertura della targa. E nemmeno la presenza di un altro cartello di fronte a quello dell'intitolazione ha guastato la festa: "Mettiamola così, quando ho saputo di questo inghippo mi sono allarmato. On line già c'erano polemiche e critiche. Credo che questo cartello, che sarà rimosso del tutto, è un simbolo. A chi ringhia sempre, rispondiamo con l'ottimismo di Leonardo": Festa è stata, al netto del cartello e anche per questo inconveniente, superato di slancio, sempre Avanti Tutta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

Torna su
PerugiaToday è in caricamento