INVIATO CITTADINO Logge di Braccio ancora in mano ai balordi

Dopo la pulizia, la bonifica, il recupero e il restauro, in assenza di un loro utilizzo proficuo, tutto torna come prima. Forse peggio

Le Logge di Braccio ancora in mano ai balordi. Dopo la pulizia, la bonifica, il recupero e il restauro, in assenza di un loro utilizzo proficuo, tutto torna come prima. Forse peggio. Anche perché le speranze dei perugini, sollecitate da quell’intervento, sembrano irrimediabilmente crollare, trasformandosi in disillusione.

La ventilata apertura dello store di Guarducci – contrastata e deprecata per mere ragioni ideologiche – sembrava promettere una rinascita che andasse di pari passo con la nuova facies. Il rifacimento della pavimentazione in accoltellato di mattoni, la pulizia dei travertini, tornati al bianco originale, l’allontanamento di elementi (umani e canini) poco raccomandabili, promettevano nuova e più dignitosa vita a quell’angolo storico della città. E sacro, per la vicinanza con le spoglie del martire Ercolano.

Ora si è tornati ai bivacchi diurni e notturni. Una fila di bottiglie di birre e alcoolici vari punteggia i sedili a ogni ora del giorno e della notte. Brick di vino, cicche, resti di cibo inquinano materialmente e moralmente quello spazio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’umanità di perdigiorno gironzola in quel luogo. E nessuno muove un dito. Bongos e percussioni, con l’imminente buona stagione, disturbano le celebrazioni in cattedrale. Lo hanno fatto anche in occasione della Via Crucis, forse per sfregio. Pare che lo facciano apposta. Ma non c’è modo di recuperare onore e dignità?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento