Palazzo dei Priori batte tutti, è il progetto Art Bonus dell'anno: "Vittoria di tutti i perugini"

Il sindaco: "Con art bonus i nostri concittadini hanno dimostrato una generosità che non ha eguali in Italia"

Perugia batte tutti. Primo in classifica e vittoria con Palazzo dei Priori. E’ la sede del Comune di Perugia e della Galleria Nazionale dell’Umbria nonché uno dei simboli della città. Il Palazzo dei Priori, costruito nel 1293, rappresenta uno dei più splendidi esempi di architettura medievale in Italia ed è il vincitore della terza edizione del concorso “Progetto Art Bonus dell’Anno”, promosso da Ales spa (Società responsabile del programma di gestione e promozione dell'Art Bonus per conto del Ministero per i beni e le attività culturali) e Promo PA Fondazione – LuBeC. Il Palazzo dei Priori ha infatti ricevuto 2.222 voti sui 10.204 complessivi, raccolti dalla piattaforma www.concorsoartbonus.it , che hanno interessato 117 beni in concorso recuperati grazie all’Art Bonus.

L’intervento di restauro premiato ha riguardato nello specifico i suoi portoni storici, inseriti nel progetto Artbonus Perugia del Comune di Perugia, che danno l’accesso a meravigliose sale istituzionali di Palazzo dei Priori e sono stati restaurati grazie al contributo di tanti mecenati perugini.

Il Portone della Sala della Vaccara è stato restaurato grazie al Gruppo Facebook Pulchra Perusia, che ha raccolto tra i suoi membri - più di 1.600 cittadini – le donazioni necessarie all’intervento. Il Portone della Sala dei Notari, costruito a cavallo tra ‘200 e ‘300, è stato restaurato grazie alla donazione del notaio Mario Briganti. Nuova luce anche per il portoncino più piccolo attiguo alla Sala della Vaccara, finanziato dalla consigliera delegata dal Sindaco per Art Bonus, Lorena Pittola e in ultimo un terzo portone, più piccolo degli altri ma in pessime condizioni, soprattutto nella parte bassa a causa dell’azione dell’acqua piovana, restaurato dall’azienda Fosforica di Perugia. Infine, non ancora oggetto di restauro ma interamente finanziato dai 7 Lions Club di Perugia (Lions Club Perugia Host, Lions Club Perugia Augusta Perusia, Lions Club Perugia Concordia, Lions Club Perugia Fonti di Veggio, Lions Club Perugia Maestà delle Volte, Lions Club Perugia Centenario, Leo Club Perugia), il Portone principale detto “Atrio”, un meraviglioso esempio di architettura gotica, con una strombatura ricchissima di elementi decorativi, porta principale di accesso al Palazzo dei Priori, agli uffici dell’Amministrazione e alla Galleria Nazionale situata al terzo piano.

“Il successo di Perugia nel concorso “progetto Art Bonus dell’anno” ci riempie di orgoglio – è il commento del sindaco Andrea Romizi – perché è il frutto di un lungo ed impegnativo lavoro. Ritengo che questa sia la vittoria di tutti i perugini non solo perché grazie alla loro generosità è stato possibile riportare all’antico splendore alcuni straordinari monumenti, ma anche perché il primo posto è stato ottenuto proprio da palazzo dei Priori, da sempre cuore pulsante dell’attività politica, civile e culturale di Perugia. Con art bonus – continua il sindaco – i nostri concittadini hanno dimostrato una generosità che non ha eguali in Italia, a conferma del fatto che i perugini amano profondamente la loro città ed hanno scelto di prendersene cura concretamente mostrando un protagonismo che è in grado di fare la differenza. Per questo mi sento di ringraziare, a nome dell’intera collettività, tutti coloro che, a partire dai nostri uffici, con il loro impegno, la dedizione e la passione ci hanno consentito di raggiungere questo e tanti altri risultati prestigiosi”.

Tra i progetti più votati di questa edizione, e rispettivamente in seconda e terza posizione nella classifica generale, il restauro dell’affresco “Albero della Fecondità” del Comune di Massa Marittima (GR), e l’intervento “Museo – Giardino della Civiltà della Seta” del Comune di Racconigi (CN).

Questa la top ten dei progetti più votati: Palazzo dei Priori – Perugia (Umbria), Albero della Fecondità - Massa Marittima (Toscana), Museo - Giardino della Civiltà della Seta in Racconigi, CN (Piemonte), Arena Sferisterio - Macerata Opera Festival (Marche), Il Vittoriale degli Italiani - Gardone Riviera (Lombardia), Restauro dei materiali di tre sepolture – Ortino Volterra (Toscana), Kilowatt Festival – Sansepolcro, Arezzo (Toscana), Musei Reali di Torino (Piemonte), Biblioteca Marciana di Venezia (Veneto), Noale ed Egisto Lancerotto – Noale (Veneto).

Il premio del concorso - una targa di ringraziamento per il Comune di Perugia e per i mecenati-donatori che hanno reso possibile la realizzazione del progetto vincitore - sarà conferito nel breve periodo con cerimonia pubblica in presenza di alti rappresentanti delle istituzioni coinvolte nell’iniziativa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Sbanda e finisce fuori strada con l'auto: Marcello muore a 53 anni

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Ancora sangue sulle strade umbre, auto finisce fuori strada: muore 53enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento