Ospedale di Perugia, è allarme personale: "Carenza di medici, ma prestazioni assicurate"

Il commissario Onnis e i nuovi vertici del Santa Maria della Misericordia sul caso Radiologia

I sindacati lanciano l'allarme personale al Santa Maria della Misericordia, denunciando una situazione definita "gravissima" a Radiologia. La direzione generale dell'azienda ospedaliera di Perugia risponde così alla Federazione umbra Cisl medici-dirigenti sanitari: “Il fenomeno della carenza di medici e non solo,  non è certamente una novità che ci aspettavamo di apprendere dai nostri sindacati – osserva il commissario straordinario Antonio Onnis-. Si tratta di  notizia al centro dell’attenzione da diversi mesi anche ai massimi livelli istituzionali, con allarmi diffusi anche perché esposta a peggioramenti nel prossimo futuro se non si dovessero individuare soluzioni”.

Nel corso di una riunione che si è tenuta  lunedì mattina presso la sede del Creo, e alla quale hanno partecipato oltre al commissario  Onnis , il direttore sanitario  Luca Lavazza e il direttore del dipartimento di diagnostica per immagini e di laboratorio Michele Duranti, è stato ribadito che presso il Santa Maria della Misericordia, così come nelle altre aziende regionali, si registrano numerose aree di sofferenza in relazione alla mancanza  di diversi profili professionali, dirigenti e professioni sanitarie: “Nonostante le criticità note -  sottolinea Duranti- abbiamo sempre assicurato le prestazioni in regime di urgenza-emergenza e dei pazienti ricoverati grazie al grande senso di responsabilità di tutto il personale del dipartimento”.

Sul problema della carenza di personale, si è soffermato il commissario Onnis: "Già dal nostro insediamento abbiamo messo in campo numerose misure organizzative interne ma anche sollecitando un confronto con le altre aziende sanitarie della Regione al fine di promuovere ogni possibile cooperazione per mantenere i livelli di performance dei servizi sanitari”.

Anche il direttore sanitario Luca Lavazza,  rileva come “si è riusciti, sino ad ora, ad assicurare un alto grado di prestazioni assistenziali  grazie all’alto livello di professionalità e  disponibilità degli operatori.  In particolare – aggiunge- risultata assolutamente tempestiva la presa in carico delle emergenze-urgenze e non si registrano significativi pregiudizi nella presa in carico dei pazienti per le prestazioni disponibili” .

Nella nota diffusa dall’ospedale "si confermano le carenze di personale medico  segnalate in  Radiologia, con impegno alla ricerca di soluzioni, ma la direzione aziendale ritiene opportuno rivolgere i ringraziamenti  più sentiti ai professionisti che, con grande senso di responsabilità, assicurano le attività del servizio, nonostante non vada sottovalutato il momento critico legato al godimento delle ferie estive da parte dei dipendenti”.  La nota conclude che ,“d’intesa con i professionisti, la direzione aziendale si impegna a mantenere, al massimo sostenibile, la migliore risposta da dare ai cittadini, confidando sui  suggerimenti e sui  contributi delle organizzazioni sindacali tutte”.

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, ecco le cause e i rimedi naturali

  • Asciugatrice, serve o no? Ecco come capirlo

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Le oasi naturalistiche più belle intorno a Perugia da visitare in famiglia

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia, muore a 42 anni in piscina: inutili i soccorsi

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Umbria, sparatoria in pieno centro a Terni: carabiniere ferito

  • Tragedia in Umbria, precipita dal quarto piano: muore a 38 anni

  • Università di Perugia in lutto, studentessa tragicamente scomparsa: "Vicini alla famiglia"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento