Ospedale di Perugia, operato al volto il calciatore Malaccari del Gubbio

Il calciatore del Gubbio Nicola Malaccari è stato sottoposto lunedì sera a un delicato intervento chirurgico

Il calciatore del Gubbio Nicola Malaccari lunedì sera è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per la riduzione della frattura orbito-zigomatica destra. A operalo gli specialisti dell'Unità operativa della Chirurgia maxillo-facciale dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia,  diretta dal professore Antonio Tullio. Tutto è andato bene e il calciatore verrà dimesso già nella  giornata di mercoledì.

Come spiega l'ospedale, l’intervento è stato eseguito in regime d’urgenza dai chirurghi  Valeria Mitro e Massimiliano Gilli (anestesista dottor Giulio Minelli) ed è consistito nella applicazione di quattro placche in titanio, con accessi estetici mini invasivi, necessarie per stabilizzare la frattura  "massivamente scomposta", conseguenza di uno scontro di gioco durante la partita Gubbio-Triestina di domenica pomeriggio.

L’intervento, come riferisce una nota dell’ospedale di Perugia, è perfettamente riuscito e i sanitari assicurano che il calciatore potrà riprendere l’attività sportiva  tra circa un mese con una mascherina di protezione.

“Le fratture orbito zigomatiche  sono un evento frequente – rileva il professor Tullio- ; la nostra struttura annualmente ne tratta oltre 50, causate da traumi stradali, sportivi e come conseguenza di colluttazioni. I mezzi di sintesi utilizzati in queste circostanze dopo la riduzione della frattura , essendo di materiale estremamente biocompatibile,  non necessariamente vengono  rimosse e accompagnano il paziente permanentemente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento