Monteluce, la nuova casa degli universitari è realtà: lo studentato apre i battenti

La residenza universitaria potrà ospitare 150 studenti, con 90 camere singole e 30 doppie. Marini: "Monteluce ricomincia a vivere"

“Il lavoro svolto in questi anni per riqualificare e ripensare l’area dell’ex ospedale Santa Maria della Misericordia di Monteluce è stato ed è ancora molto importante per il rilancio di una parte storica e rilevante della Città. Da oggi Monteluce ricomincia a vivere”. Così la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha inaugurato questa mattina, sabato 20 ottobre, nella nuova Monteluce, in via del Giochetto, a Perugia, la nuova residenza universitaria. 

"Questo prezioso impegno, anche dal punto di vista finanziario – ha affermato la presidente Marini -, ha permesso di arrivare al traguardo odierno. Possiamo essere molto soddisfatti del modo in cui il sistema istituzionale, soprattutto Regione Umbria, Università e Comune di Perugia, ha messo in campo un’operazione ‘intelligente’ e molto innovativa che ha consentito di ripensare le funzioni di questa significativa area della città a ridosso del centro storico e che per cento anni ha ospitato il vecchio Ospedale. Sono trascorsi dieci anni dalla chiusura del Policlinico. E’ la prima volta in Italia che in un lasso di tempo così breve si può assistere alla ripresa della vita sociale, economica e culturale di un ambito così importante e rilevante. La Regione – ha sottolineato la presidente – ci ha molto creduto, investendo decine di milioni di euro che sono stati essenziali per avere il nuovo studentato, il Centro salute, la nuova sede di Umbria Digitale, il Digipass ed il LivingLab, oltre al restauro della chiesa principale di Monteluce e della Cappella degli Infermi. Grazie all’intervento privato, fin dalla prossima settimana, qui sarà trasferita la nuova Clinica di Porta Sole". 

“Una delle componenti più importanti di questo progetto – ha concluso la presidente - è proprio la nuova residenza universitaria di Monteluce, che oggi inauguriamo e che, dal prossimo mese, potrà ospitare numerosi studenti. È un complesso strutturato e suddiviso in 2 parti: da una parte si dislocano i servizi, dall’altra le residenze, realizzate ed allestite secondo i più moderni standard europei. Vuol dire costruzioni e allestimenti a norma, inserite in un contesto ambientale eccezionale, ben servite, vicino alle Facoltà, opportunità sportive e ludiche per il tempo libero, arricchite di aule studio, spazi comuni, a stretto contatto con aree di co-working, accesso gratuito alla rete internet sia all’interno della propria stanza e sia nelle location esterne comuni e tante altre cose che vedremo oggi. E tutto in città”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento