INVIATO CITTADINO Mugnano, il paese dai muri dipinti, si arricchisce di una nuova opera

Un nuovo murale impreziosisce le vie del Borgo, dietro la piazza del Castello. Ne è autore Ivan Vignali, nato e cresciuto nel paese della Fratente

Mugnano, il paese dai muri dipinti, si arricchisce di una nuova opera a forte vocazione identitaria.

Un nuovo murale impreziosisce le vie del Borgo, dietro la piazza del Castello. Ne è autore Ivan Vignali, nato e cresciuto nel paese della Fratente.

In occasione della prima edizione della kermesse “Mugnano DiVino”, inaugurata ieri sera con un pubblico numeroso e qualificato, è stato scoperto questo lavoro intitolato “Il torciglione”. Si tratta di un serpente-drago, famelico e minaccioso, che svela nell’immediato la sua natura allegorica. Come, infatti, è ben noto, la matrice popolare è quella lacustre, con anguille di fondo che ne costituiscono la caratteristica. Anguille apparentemente spaventose, ma destinate a finire “al tegamaccio”.

La tradizione antropologica attribuisce al serpente un ruolo apotropaico, ossia quello di tenere lontano il male, essendone esso stesso raffigurazione: si pensi alla narrazione biblica.

Ma, la metafora della muta e il mordersi la coda alludono al continuo rinnovarsi delle stagioni e al ciclo delle annualità. Nel perenne volgersi delle sfere celesti.

La tradizione gastronomica locale prepara il classico torciglione dolce con pasta di mandorle, canditi e lingua di mandorla. Nell’antico, la testa tagliata veniva donata al sacerdote benedicente quale segno di protezione della comunità, come ha ricordato la critica d’arte Rita Castigli, tradizionale collaboratrice della comunità mugnanese nella kermesse estiva “Incontriamoci a Mugnano”. Anche l’artista ha spiegato la genesi del suo lavoro e le coordinate artistiche che ne hanno ispirato la realizzazione.

Performance di lusso della banda locale e grande soddisfazione della presidente della pro Loco Chiara Brilli che ha inventato questa nuova occasione di festa, cultura e socialità.

Sta di fatto che il paese era pieno di turisti e amici, attirati dal mix di enogastronomia e musica. In una serata eccezionalmente mite, con tanta voglia di stare insieme.

“Mugnano DiVino” proseguirà fino a domenica 20 e avremo modo di tracciarne un bilancio. Che, fin da ora, si prefigura estremamente positivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

Torna su
PerugiaToday è in caricamento