Michele Bravi rompe il silenzio dopo l'incidente in cui è morta una donna: "Sto provando a costruire la realtà"

Il cantante di Città di Castello ha pubblicato un messaggio rivolto ai fan. Il 23 novembre è rimasto coinvolto in un incidente mortale

Un messaggio dopo mesi di silenzio: "Ciao, sto cercando di costruire piano piano la realtà. Vi voglio bene". Michele Bravi, il cantante tifernate, è tornato a parlare per la prima volta dopo la tragedia dello scorso novembre, quando è stato coinvolto in un incidente nel quale ha perso la vita una donna di 58 anni. Un messaggio via Instagram, senza foto e con pochissime righe, rivolto ai fan.

L'incidente risale alla notte del 23 novembre scorso, a Milano. La moto condotta dalla donna e l'auto guidata da Bravi si sono scontrate. Scattati subito i soccorsi, sul posto si è precipitato il personale medico sanitario che ha provato a rianimare la donna prima e durante il trasporto all'ospedale di San Carlo, ma per lei non c'è stato nulla da fare.

Ciao. Sto cercando di costruire piano piano la realtà. Vi voglio bene.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un post condiviso da Michele Bravi (@michelebravi) in data:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento