INVIATO CITTADINO Linee buxi, la modifica peggiora la situazione: tutti scontenti

Proteste e contestazioni. “Qui più niente funziona. Hanno tolto una linea senza nemmeno comunicarlo e senza cambiare la tabella alle paline delle fermate. Nemmeno il sito è stato aggiornato”

Linee buxi, ecco come la montagna partorì il topolino… deforme. Proteste e contestazioni. “Qui più niente funziona. Hanno tolto una linea senza nemmeno comunicarlo e senza cambiare la tabella alle paline delle fermate. Nemmeno il sito è stato aggiornato”.

Studenti e lavoratori attivi nell’acropoli sono inveleniti. “La nuova sistemazione ci concia per le feste”.

Cosa accade? Semplicemente che, nel quadro delle revisioni “migliorative”, Via Torelli, via Calindri e altre popolose zone della città sono state penalizzate con una pesante riduzione del servizio che è ridotto al lumicino. Niente più piazza Partigiani e piazza Italia… e tanto altro.

Tanto per fare un po’ di storia, in via Torelli, trent’anni fa, fu istituito il servizio con tre passaggi orari. Poi passati a due e, ora, inspiegabilmente ridotti a uno.

Non meno pesante il ritorno da piazza Cavallotti che ha un solo orario, fissato ai 40 di ogni ora.

L’irrazionalità regna sovrana. Raccontano gli autisti: “Chi prende le decisioni lo fa a tavolino, ignorando i fondamentali della città”.

Un esempio?

“Hanno proposto di percorrere corso Bersaglieri in senso discendente. Quando, a memoria d’uomo, su quel budello vige il senso unico a salire. Abbiamo dovuto dirglielo noi”.

Altri esempi?

“A valanghe. Forse la circostanza più ridicola consiste nel fatto che è prevista la inutile circumnavigazione del palazzo della Als di via Ripa di Meana”.

Si spieghi meglio.

“Uscendo dalla Galleria Kennedy, si gira a destra per la fermata alla pensilina. Poi si scendeva per via Tancredi Ripa di Meana, si andava a sinistra verso l’ex manicomio e si procedeva per via XIV Settembre verso la Pesa”.

E ora?

“Non si capisce perché, ci hanno chiesto di girare intorno al palazzo, pur non essendoci una sola fermata”.

Insomma, un giro panoramico senza possibilità di scendere e salire?

“Esattamente. Lo abbiamo segnalato come una delle tante assurdità”.

Che tocchi ricorrere al vecchio adagio “Si stava meglio quando si stava peggio”?. Sembra proprio di sì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Tragedia a Mantignana: muore pedone investito da un'auto, inutili i soccorsi

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento