Lago Trasimeno, lotta agli insetti scaccia-turisti: 3000 litri di larvicida contro i chironomidi

Avviato il sesto turno di distribuzione del larvicida per il controllo degli insetti

Non si ferma la lotta ai chironomidi del Lago Trasimeno. Avviato, come spiega la Usl Umbria 1, il sesto turno di distribuzione del prodotto larvicida biologico per il controllo degli sciami di questi insetti fastidiosi ma innocui. 

Gli interventi iniziati ai primi di maggio dal Servizio controllo organismi infestanti della unità Igiene e Sanità Pubblica della Usl Umbria 1, sono continuati alternando due settimane di trattamento ad una settimana di pausa: "Il mezzo anfibio impiegato per la distribuzione del prodotto biologico ha consentito di mantenere le popolazioni di questi insetti al Trasimeno in maniera accettabile", specifica la Usl. 

La distribuzione di prodotto larvicida, fornito dalla Regione Umbria e dalla Provincia di Perugia, ha permesso di tenere sotto controllo le larve anche con le alte temperature registrate nel mese di giugno. L'avvio dei trattamenti è stato concordato con il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell'Università di Perugia che effettua, in sinergia con la Usl Umbria 1 e con la Provincia il monitoraggio delle popolazioni larvali. Ad oggi sono stati distribuiti circa 2.000 litri di prodotto larvicida e fino a settembre ne verranno distribuiti altri 3.000 litri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E non è finita qui. Per controllare gli adulti che da ora tenderanno ad aumentare è stata avviata dal 14 di giugno la distribuzione mirata a cadenza settimanale di insetticida a base di piretroidi delle reti delle Tofolamp (installate dalla Provincia di Perugia) dove si poggiano in gran numero i chironomidi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Coronavirus, bollettino Umbria del 5 aprile: su 550 tamponi 29 contagiati, 300 tra guariti e quelli senza più sintomi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento