L'impegno del Comune di Perugia per il restauro della ex chiesa di Santa Maria di Colle

Un incontro per trattare la collaborazione al completamento del restauro della facciata intervenendo sulla piazzetta che la fronteggia

Restauro della ex chiesa di Santa Maria di Colle in corso Cavour. Il Comune assume un impegno per portare a completezza l’intervento.

Una “spedizione” particolare per salutare monsignor Francesco Spingola, illustre musicologo e direttore di cori, rettore della magnifica ex chiesa al Borgo Bello, sede della Scuola diocesana di Musica sacra Girolamo Frescobaldi con annesso Auditorium Marianum.

Il perché della visita è presto detto: convincere ad assumere, da parte del Comune, l’impegno di collaborare al completamento del restauro della facciata, intervenendo sulla piazzetta che la fronteggia.

Presenti il direttore dei lavori, architetto Mauro Monella, l’assessore alla Cultura del Comune di Perugia Leonardo Varasano, il consigliere comunale Massimo Pici (entrambi hanno preso subito a cuore l’impresa), la signora Teresa, collaboratrice del monsignore, e l’Inviato Cittadino che, da vecchio amico di don Francesco, ha assecondato l’incontro nell’abitazione di quest’ultimo.

Convenevoli, ricordi di colleganza, dono reciproco di pubblicazioni e poi il focus del meeting. Ossia la ribadita opportunità di mettere al centro dell’intervento anche il recupero della piazzetta.

Come sempre, “punctum dolens” è il fatto che – come al solito – pecunia deficit. Allora che si fa? Tra gentiluomini e amanti della cultura si trova una soluzione. La città lo merita.

Il costo in termini di materiali resta a carico dell’operazione di restauro, mentre un po’ di manodopera verrà fornita da Comune.

Ci sono da sostituire pochi mattoni ammalorati e da rifare le fughe dell’accoltellato fittile. Poi da collocare in piazzetta una panchina e mettere un po’ di luce. Quello è un angolo onusto di storia, di arte, di musica e bellezza: luogo ideale per fermarsi e contemplare quel paradiso in terra.

Non c’è miglior momento di questo per compiere un’operazione completa e definitiva.

La direzione dei lavori verrà effettuata gratuitamente da Monella, già impegnato nell’operazione.

Perugia è grata a quanti si adoperano per il recupero di questo gioiello che incrocia romanico e Settecento. Le future generazioni potranno goderne. Missione compiuta.

Lode all’iniziativa, naturalmente “benedetta” da don Francesco, rettore di quella chiesa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Follia sul treno: ha il biglietto, ma picchia lo stesso il controllore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento