Nuove aperture in centro storico: Yamamay sbarca in Corso Vannucci e va forte

“Non solo calze e mutande: vendiamo intimo per tutti, ma anche abbigliamento per tutta la famiglia e tanto altro”. Parla la responsabile del nuovo negozio Yamamay (in corso Vannucci, ex Fagioli)

“Non solo calze e mutande: vendiamo intimo per tutti, ma anche abbigliamento per tutta la famiglia e tanto altro”. Parla la responsabile del nuovo negozio Yamamay (in corso Vannucci, ex Fagioli) aperto nel giorno del black freeday e ormai divenuto una solida realtà.

La presenza del “magnà e del calzà” al corso e in via Mazzini (il negozio ha un versante, solo come vetrina, anche sulla via del commercio) è un dato di fatto. Non c’è apertura, come prima nell’esercizio di Federico Seymour, ma vetrina ampia e curata.

La varietà merceologica di Yamamay si può toccare con mano. È vero che la vetrina può trarre in inganno, in quanto propone intimo sexy a prezzi popolari: tutta giocata com’è su bustini, reggicalze, mutandine di pizzo. Insomma: quello che un uomo regala alla compagna per fare un regalo… a se stesso.

Ma la vetrina su via Mazzini, accanto all’ex edicola, propone, ad esempio, un’offerta di “prendi tre pigiami e ne paghi due”. La responsabile ci mostra poi anche indumenti “da sopra”: ossia vestitini ammiccanti, in formula “ti vedo e non ti vedo”. Pare che tirino. Anche perché – come si dice – il vero regalo è quello “inutile e sfizioso”.

Ma, insomma, il negozio funziona o no? Parrebbe di sì. Domenica mattina, ore 11: in giro poca gente ma da Yamamay, nel giro di un quarto d’ora, una decina di clienti. Il negozio è in franchising e il titolare è lo stesso che ha l’attività al Gherlinda, il terzo in Italia per importanza. “Un negozio ‘contenitore’ per strepitose idee regalo”, puntualizza una gentilissima commessa.

Unica lacuna esteriore: manca l’insegna, pur essendo tutto predisposto per piazzarla. Tempi burocratici, lungaggini. “Ma questo, per favore, non lo dica”. L’Inviato Cittadino, invece, lo dice e lo sottolinea. Perché la verità non deve far paura a nessuno. E chi di dovere, comunque, dovrà pur sbrigarsi a concedere le necessarie autorizzazioni. Con le tredicesime in rampa di lancio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Ricerche sul Monte Serrasanta, nessuna novità di Mirko Tini: smentite le voci di un ritrovamento

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento