INVIATO CITTADINO Ztl, raffica di multe ai residenti del centro: ne arriveranno altre

E siamo solo all’inizio. Perché finora son arrivate quelle di maggio, ma restano da notificare quelle di altri due mesi

Perugia, con multe a go-go, pensa di risolvere i buchi (pensasse, almeno, alle buche!). Non è etico, ma è già accaduto col T-red. E c’è chi batte Giacopetti. Un cittadino che ama mantenere l’anonimato racconta di averne prese ben 30. E siamo solo all’inizio. Perché finora son arrivate quelle di maggio, ma restano da notificare quelle di altri due mesi. Ci sarà da ridere, o da piangere, a seconda dei punti di vista.

A chi dice: “Ma potevano almeno inviare un avviso scritto?”, si risponde che quella procedura è ormai desueta, inattuale, archiviata. La risposta: “Oggi si mandano le mail”. Poi, quando il cittadino dice di non aver ricevuto alcuna mail, l’addetto controlla e osserva: “La sua mail non ce l’abbiamo”. Ma allora, com’era possibile inviare una lettera elettronica a un cittadino di cui non si possiede l’indirizzo? “Il componente della Municipale che ha fornito questa risposta è disponibile a ripeterlo davanti al giudice”, dice il plurimultato. Il quale ricorrerà certamente, per chiedere che la legge ponga rimedio a una palese ingiustizia.

“Il fatto è – commenta il consigliere socialista Carmine Camicia – che fin quando il controllo e la riscossione erano effettuati in proprio dal Comune, sicuramente, al vedere quella lunga serie di infrazioni, l’addetto avrebbe intuito che doveva trattarsi di mancata informazione. Avrebbe dunque chiamato la famiglia interessata, mettendola in guardia e invitandola a rinnovare il permesso”. “Invece – conclude – l’azienda riminese delegata alla riscossione non ha usato questa delicatezza, limitandosi alla notifica dell’infrazione. Una? Cento e più! Un pacco di multe… che non finiscono qui, perché arriveranno anche quelle relative ai mesi successivi”.

Non ci sono parole. Certo è che il rapporto cittadino-pubblica amministrazione è alla frutta. Non è civilmente accettabile che l’amministrazione venga guardata in cagnesco da coloro al servizio dei quali dovrebbe operare. Amministrazione ostile, odiata, nemica. Insomma: sbagliata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento