Wifi gratis nei parchi, nei musei e nelle biblioteche dei comuni umbri: previsti 700 punti di accesso

Si potrà navigare gratis grazie alla rete regionale #WifiUmbria. Prorogato fino al 18 settembre l’avviso diretto ai Comuni per l’attivazione di 700 punti Wifi

Navigare gratuitamente nei parchi, nelle biblioteche, nei musei e in tutti quei luoghi dei comuni umbri a maggior interesse turistico.  È stato prorogato al 18 settembre l’avviso per l’attivazione di 700 punti wifi nei Comuni umbri della rete regionale #WifiUmbria. Il 26 luglio si è intanto chiusa la prima fase di acquisizione delle manifestazioni di interesse da parte dei primi Comuni aderenti all’avviso e sono state già avviate le attività che porteranno all’attivazione del wifi nei siti interessati

Il progetto

Il progetto prevede la fornitura e installazione dei dispositivi di accesso wifi nei siti che verranno individuati dai Comuni in base alla maggior presenza di cittadini, turisti e studenti universitari. Questi impianti potranno essere collocati in spazi pubblici quali piazze, aree verdi, musei, biblioteche e altri luoghi di interesse aggregativo e turistico e garantiranno l’accesso libero e gratuito alla rete internet.

Il progetto è finanziato nell’ambito della programmazione europea del POR FESR 2014-2020 e l’iniziativa regionale si inserisce nel contesto delle strategie nazionali ed europee del wifi pubblico, in particolare la rete regionale sarà federata con la rete nazionale Wifi Italia del Ministero dello Sviluppo economico, a cui hanno aderito finora 2304 Comuni italiani, andando ad incrementare le zone in cui si potrà navigare gratuitamente e senza autenticazione.

Inoltre la stessa è stata realizzata in sinergia con il cablaggio in fibra ottica dei Comuni umbri del progetto “Banda Ultra Larga”, che prevede uno stanziamento regionale di 24 milioni ed il completamento entro il 2020, e che ha prodotto già i primi risultati. Ha consentito, infatti, al Comune di Castel Giorgio di essere il primo Comune in Italia connesso direttamente in fibra negli edifici pubblici, nelle unità residenziali e nelle attività produttive, e di poter navigare con bande prossime al Gigabit al secondo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Scontro tra auto e camion sulla E45, automobilista salvo per miracolo: mezzo distrutto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento