C’era una volta un talentoso musicista perugino, Maurizio Bigio, che scelse di... fare il commercialista

C’era una volta… un talentoso ragazzo perugino che collaborava coi fratelli De Angelis, Lucio Dalla, Ron, Riccardo Cocciante, Amedeo Minghi, Rino Gaetano, Francesco De Gregori

C’era una volta… un talentoso ragazzo perugino che collaborava coi fratelli De Angelis, Lucio Dalla, Ron, Riccardo Cocciante, Amedeo Minghi, Rino Gaetano, Francesco De Gregori. Era geniale, come compositore, cantante, chitarrista, arrangiatore, amato da Arbore e Boncompagni (Alto Gradimento) e dalla RCA. Ma scelse di… fare il commercialista.

Maurizio Bigio oggi dà conto della sua creatività con un doppio ciddì che riporta le sue cose migliori: “Aboslutely free” e “Rock Bigio Blues”. Lo chiamarono il Paul Mc Cartney italiano e sapeva guardare lontano, il nostro Maurizio, quando utilizzò per primo il moog o sintetizzatore elettronico, nuova diavoleria informatica. Piacque immediatamente il suo primo 45 giri, “Lady moonlight” (1972).

Come strumentista, nel 1973 partecipò alle registrazioni di “Alice non lo sa” e di “Buonanotte, Fratello”.Oltre ai brani noti (difficile ignorare “Nei giardini della luna”) esiste una ricca produzione inedita che ora propone al pubblico, in veste di “diversamente giovane”. Maurizio Bigio è anche scrittore e abile fotografo. Recentemente ha pubblicato il più bel libro mai fatto sul liberty in Umbria.

Grande Maurizio! Anche quando affermi: “La musica è stata una compagna fedele e fino ad oggi ha affiancato ogni momento della mia vita coinvolgendomi ed emozionandomi come sempre”. E riesci ad emozionare anche noi, oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per me resti l’eterno ragazzo, anche con meno capelli, ma con la voglia costante di sparare note da quella maledetta chitarra. Anche perché mi ricordi un mio giovanile percorso da cantante e chitarrista che… forse è meglio rimuovere definitivamente. Meno male ho scelto di fare il professore. Ma tu, forse, hai sbagliato a fare il commercialista. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

Torna su
PerugiaToday è in caricamento