Il progetto per rendere immortale la fiorita di Castelluccio: fiori e petali nei parchi d'Italia e nei piatti degli chef

La bellezza della splendida fiorita potrebbe rivivere anche nei parchi delle metropolitane e nei piatti degli chef

La bellissima fiorita di Castelluccio - perla dei Sibillini - e che ogni anno offre uno spettacolo unico, rivivrà nei parchi italiani e nei piatti degli chef stellati. Come? Grazie ai suoi semi e petali. Un progetto innovativo per dare ancora più risalto e omaggiare l'unicità della fioritura del Pian Grande. Capofila di tutto questo, è la Cooperativa Agricola di Castelluccio e il progetto sta trovando attuazione grazie al contributo della Regione Umbria attraverso la misura 16.2.2 del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020. 

I dettagli su come verranno impiegati semi e petali vengono svelati dal Dottore Agronomo Mario Sanna di Atm: “Il progetto che stiamo mettendo in campo partiva da una sfida senza precedenti finalizzata alla raccolta, riproduzione e messa in busta dei semi dei fiori che accendono la fioritura di Castelluccio dopo la semina della preziosa lenticchia. Oggi, punta a sperimentare anche altri filoni di valorizzazione come l’impiego culinario dei petali dei fiori e dei semi dei papaveri “Made in Castelluccio” nelle elaborazioni culinarie degli chef stellati o nell’utilizzazione dei petali nella carta artigianale di Bevagna”.

“Due anni fa, insieme al Presidente Nello Perla ed ai soci della storica Cooperativa Agricola di Castelluccio e con il supporto tecnico ed agronomico della Società Atm Consulting di Perugia - spiega  il direttore regionale di Confcooperative-FedAgriPesca, Lorenzo Mariani - abbiamo immaginato possibili scenari per la valorizzazione dei mille colori dei fiori che tempestano tra giugno e luglio il Pian Grande e che nascono spontaneamente nei campi seminati con le preziose lenticchie. Il terremoto ha poi dilatato i tempi, ma non ha affievolito la determinazione di tutti i partner a portare avanti un progetto innovativo che oggi sta diventando realtà e potrebbe rappresentare una pietra miliare sulla quale costruire un’opportunità concreta di valorizzazione di Castelluccio e di riscatto per gli agricoltori soci della Cooperativa, le cui strutture sono state rase al suolo dagli eventi sismici del 2016”.

Grazie a questo progetto, gli abitanti delle grandi città potranno respirare la bellezza dei colori della fiorita, con cui verranno impreziosite le aree verdi, ma non solo. Anche i petali nella loro variante culinaria potranno condire i piatti dei ristoranti grazie alla creatività deglio chef stellati. "Crediamo che costituisca un fattore promozionale importante per Castelluccio di Norcia, stimolando molti turisti a venire a vedere dal vivo lo spettacolo del Pian Grande reso di nuovo accessibile”.

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Sigaretta addio: come smettere di fumare e perché conviene farlo

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Il Ministero dei Beni Culturali assume, 1052 posti di lavoro: il bando del concorsone

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento