INVIATO CITTADINO Enrico Antonielli è scultore accreditato a livello internazionale

Antonielli si è avvalso della collaborazione della figlia Micol, esperta e appassionata d'arte, che si è alternata con lui a palazzo Gallenga Stuart per la custodia delle opere e l’accoglienza dei visitatori

Di questo artista abbiamo conosciuto gli esordi, in età matura, quando sentì urgere dentro il sacro fuoco dell’arte. Ne vedemmo le prime opere a Brufa diversi anni fa. Ma l’exploit avvenne con la realizzazione del monumento a Capitini ai giardini Carducci. Quella superficie riflettente alle spalle del filosofo della nonviolenza (riflettersi per riflettere) fu una geniale intuizione (un secondo esemplare fu collocato nella sala dietro l’orologio del Comune) che ne avallò la perizia e gli meritò l’epiteto di “scultore filosofo”.

Da lì, il percorso a tappe di Enrico Antonielli è stato punteggiato da una corsa verso un progressivo accreditamento, unanime e persuaso, da parte della critica e degli addetti ai lavori.

In settembre, la grande Mostra a Palazzo Gallenga all’Università per Stranieri, curata dal professor Giuliano Serafini, riconosciuto esperto di Burri e critico di livello internazionale. Oltre che vicedirettore del museo di arte contemporanea di Atene, Serafini è personaggio molto noto in Grecia, e anche in Francia, anche per aver curato mostre di Pistoletto. Lo stesso Pistoletto – uno dei massimi artisti viventi – ha incontrato Enrico esprimendogli vive felicitazioni per il livello raggiunto nelle sue opere più recenti.

Antonielli si è avvalso della collaborazione della figlia Micol, esperta e appassionata d'arte, che si è alternata con lui a palazzo Gallenga Stuart per la custodia delle opere e l’accoglienza dei visitatori (foto).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dice Enrico: “Recentemente ho conosciuto Isgrò, che ha molto apprezzato il mio catalogo, mentre Schmidt, il direttore degli Uffizi, ha espresso un giudizio lusinghiero sulle mie sculture, ha preso la brochure della mia ultima mostra e mi ha fatto i complimenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento